fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Vite in campo per la viticoltura green

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Vite in Campo 2021Vite in Campo 2021

Ottanta cantieri live di macchine in movimento, oltre 2mila viticoltori, vitivinicoltori, tecnici e agronomi consulenti specializzati e tutte le ultime novità in tema di automazione, 4.0 e robotica. Si è  chiusa guardando al futuro della viticoltura la 4^ edizione di Vite in campo, l’evento organizzato da Condifesa Treviso, Vicenza, Belluno (TVB), in media partnership con le riviste L'Informatore Agrario, Mad e Vite&Vino e dedicato alla frontiera sostenibile del lavoro in vigna. Ospitato dall'azienda agricola Conte Collalto di Susegana (Treviso), la due-giorni ha visto sfilare tra i filari macchine per la distribuzione sostenibile dei prodotti fitosanitari, attrezzature per la gestione del sottofila con metodi alternativi al diserbo chimico, attrezzature per la gestione della chioma della vite, trattori e attrezzature per la lavorazione nei vigneti in collina.

Anche quest’anno abbiamo portato in campo le migliori tecnologie per la viticoltura green puntando sia alla sostenibilità ambientale sia a quella sociale., ha sottolineato Valerio Nadal, presidente di Condifesa TVB.  “Le macchine e attrezzature presenti a Vite in Campo sono caratterizzate da innovazioni finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale della gestione del vigneto e a garantire la sicurezza sul lavoro degli operatori”. “L’edizione 2021 - conclude Antonio Boschetti, direttore dell'Informatore Agrario – ha portato in campo per la prima volta in Italia le macchine 4.0, i robot a guida autonoma e le macchine elettrificate specificamente dedicate al vigneto, soluzioni pioniere di un approccio sempre più tecnologico e innovativo alla sostenibilità nel lavoro agricolo e in particolare nella produzione di uno dei prodotti bandiera del made in Italy, che si conferma un’eccellenza a partire dal lavoro in vigna”.


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata