cibo, vino e quantobasta per essere felici

Vino della Solidarietà 2019

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

 

La Cantina Produttori Cormòns per il sesto anno consecutivo dà il proprio contributo all’Anffas di Gorizia, «proseguendo nel progetto che si rivolge al sociale, coinvolgendo le persone disabili in tutte le fasi di produzione, dalla vendemmia all'imbottigliamento, per la realizzazione di questo prodotto: un Collio bianco Doc 2018», ha sottolineato il presidente Filippo Bregant. Soddisfatto Mario Brancati, che ha ringraziato per la disponibilità la Cantina, perché il ricavato della vendita di questo vino sostiene il Centro diurno e i ragazzi che vi sono ospitati, aiutando perciò anche le loro famiglie. Brancati ha anche consegnato una targa alla Cantina, con l’onorificenza della “Rosa d’oro”, quale azienda solidale amica di Anffas. Quest’anno a firmare l’etichetta - che riproduce i ragazzi dell’Anffas in vendemmia - è il maestro Luciano de Gironcoli, di famiglia goriziana, ma che dal 1972 vive e lavora a Cormons.  A fianco, sull’etichetta, è stato riprodotto un messaggio di Roberto Speziale, presidente nazionale di Anffas: “Colore: caldo e piacevole, come le persone con disabilità. Gusto: forti aromi di intensa solidarietà; intenso profumo di bello e di buono. Cuore: grande e generoso, come tutti coloro che si prendono cura e carico di chi è in difficoltà. Qualità: Vino eccellente la cui franchezza, finezza ed armonia risulta in piena sintonia con il contesto sociale in cui è prodotto.” Il direttore generale Alessandro Dal Zovo ha spiegato che il vino è il classico uvaggio Collio bianco, fatto con le uve autoctone di Ribolla gialla, Tocai Friulano e Malvasia istriana. Stefano Cosma ha ricordato come i de Gironcoli siano legati alla storia di Gorizia, «poichè a metà ‘700 Francesco donò le pietre per la fontana del Nettuno, da cui sgorga l’acqua, mentre oggi Luciano veste una bottiglia di vino. Due bevande fondamentali per la nostra alimentazione». Presenti eccezionalmente alla cerimonia tutti gli artisti coinvolti dal 2014: Franco Dugo, Sergio Altieri, Giorgio Valvassori, Ignazio Doliach e Renzo Pagotto. Il ricavato della vendita delle bottiglie del Vino della Solidarietà viene interamente devoluto all’Anffas onlus.

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.