cibo, vino e quantobasta per essere felici

Refosco, il vitigno più importante dell'Istria

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

"Il Refosco d'Istria, Rex Fuscus, è il vitigno più importante dell'Istria" ha esordito Nevio Pucer, Presidente Vinakoper nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'appuntamento del 5 febbraio 2016 a Isola: Refuscus mundi. Refosco- con il 40-50% dell'intero patrimonio vitivinicolo d'Istria- e Malvasia istriana sono i due vitigni bandiera. "Dopo la 2° guerra mondiale, ha continuato Pucer, c'è stato un boom di Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet franc: una dimostrazione che queste zone hanno un grandissimo potenziale per quanto riguarda i vitigni a bacca rossa. Negli ultimi anni le basse rese e la ricerca della qualità hanno portato a prodotti dai grandi risultati e a un Refosco con grandissimo potenziale di invecchiamento.

Un tema quello delle potenzialità di invecchiamento sottolineato anche dall'enologo Bostian Zidar che ha evidnziato anche interessanti dati numerici e percentuali sulla diffusione del Refosco sia nell'Istria in generale sia nella cantina dove opera. cioè Vinakoper. Al tavolo dei relatori anche Bruno Zaro, produttore vitivinicolo di Isola d'Istria e presidente di Vinadria, l'associazione che organizza l'evento Refuscus mundi e Filippo Felluga a esprimere i collegamenti con il Refosco dal peduncolo rosso e la comune volontà di interagire con reciproci scambi di esperienze e incontri. Al termine una interessante degustazione guidata di 4 vini, un bel modo per farci capire ciò di cui si era appena parlato, con delle vere soprese al naso e al palato! Refosco d'Istria davvero super star. Un ringraziamento particolare al giovane sommelier Matej Zaro, che ci ha fatto da interprete personale e a Diego Colarich per le preziose informazioni che metteremo a breve on line.

L'invito è a segnarvi la data del 5 febbraio dalle 14.30 alle 21. Ci saranno degustazioni guidate, abbinamenti con prodotti culinari di qualità, oltre 100 etichette di 50 produttori vitivinicoli d'Italia, Slovenia e Croazia. Ne parleremo in dettaglio in un prossimo articolo ma intanto  trovate tutte le indicazioni e il programma completo QUI.

AAA! Se non avete la vignetta, se volete essere liberi dal problema della guida gli organizzatori hanno pensato a un bus navetta che partirà alle 15, alle 16 e alle 17 da Trieste piazzale Cagni di fronte al bar Flavia!

Non potete mancare!


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.