cibo, vino e quantobasta per essere felici

Livon, 50 anni di storia nel calice

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Mezzo secolo di storia dedicato alla valorizzazione dell’eccellenza enologica del Collio. È questa la realtà Livon, azienda  fondata dal padre cav. Dorino ed ora guidata da Valneo e Tonino.  Livon oggi traduce la sua cinquantennale esperienza in una etichetta che racconta la grande dedizione della famiglia alla ricerca della qualità: il “50esimo LIVON 2014”.   Un vino di grande carattere, nato da una vendemmia celebrativa che si è svolta a settembre 2014 nei vigneti di Ruttars, nel comune di Dolegna del Collio. L'uvaggio di Ribolla Gialla e Friulano, dopo il giusto affinamento, a partire dalla prossima primavera sarà disponibile sul mercato, riconoscibile grazie a una speciale etichetta e al bollino dorato che celebra l'anniversario. Un vino da collezione.

Il“50esimo LIVON” si affianca così al  BRAIDE ALTE, vino simbolo della cantina, la cui etichetta è un vero inno al territorio. Ispirata all’illustrazione del coreografo russo Ertè, rappresenta infatti un 5 rovesciato evocando la “C” di Collio, per sottolineare l’importante valore dell’area in cui nasce.  Un vino che porta il nome Livon nel mondo, che è stato protagonista di una eccezionale verticale  di ben 10 annate di questo inimitabile prodotto scelte fra le più diversificate dal 1996 al 2014 (a breve articolo dedicato qui sul nostro quotidiano on line).

La degustazione dedicata al Braide Alte, riservata a un numero ristretto di invitati, si è svolta giovedì 25 febbraio al Ceresio 7 di Milano. La “verticale è stata  preceduta da un approfondimento storico sul territorio del Collio da parte di Bruno Pizzul e dell’enologo  e agronomo Claudio Fabbro  - già direttore del Consorzio Vini DOC Collio - che  ha pure guidato la degustazione  riassumendo, per ogni annata , le caratteristiche ed eventi meteoclimatici che hanno influito in modo determinante sulle caratteristiche organolettiche dei vari vini .

Matteo Livon, dal canto suo, ha parlato del “terroir” su cui insiste il vigneto in cui nasce  l’ “uvaggio bandiera “ della tenuta Livon,  illustrando gli aspetti viticoli ed enologici che  stanno alla  base e contraddistinguono questo grande vino.


Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.