cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Vini del FVG a Expovinis in Brasile

San Paolo del Brasile: i vini del Friuli Venezia Giulia protagonisti a ExpoVinis 2012 il riferimento per il business vinicolo dell’America Latina Dal 24 al 26 aprile una rappresentanza di 10 realtà friulane coordinate da Ersa presentate sul mercato americano

Si inaugura martedì 24 aprile, a San Paolo del Brasile, l'edizione 2012 di ExpoVinis, forse la più rappresentativa manifestazione riservata al settore vinicolo che si organizza in America Latina oltreché  punto di riferimento per l’intero business del comparto. All'evento, giunto quest’anno alla sua 16esima edizione, partecipano professionisti del settore, produttori, buyers e consumatori di tutto il mondo in un  contesto internazionale altamente trasversale quanto ad operatori coinvolti.

Nello "Spazio Italia 2012" allestito all’interno del padiglione Azul, uno dei 6 edifici in cui si articolano gli oltre 75.000 mq del quartiere fieristico di San Paolo, è ospitato il meglio della produzione vitivinicola italiana. La partecipazione dei vini della regione Friuli Venezia Giulia è coordinata da ERSA, l’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, con la collaborazione del Consorzio delle DOC-FVG e si realizza grazie al supporto della Camera di Commercio Italo – Brasiliana. Sono 9 le aziende friulane rappresentate insieme al Consorzio di tutela delle zone DOC Friuli Isonzo che propone una selezione di vini prodotti dalle aziende proprie consorziate.

Inoltre, è stato organizzato, per giovedì 26 aprile alle ore 17.30, un seminario di presentazione del Friuli Venezia Giulia come territorio dall’innata vocazione alla vitivinicoltura di qualità e dei vini che qui si producono. Il seminario, che è rivolto agli operatori e ai media specializzati, prevede la degustazione di vini autoctoni come il Friulano, la Malvasia, La Ribolla gialla, il Collio Bianco, e internazionali come il Sauvignon e il Pinot grigio, vini che hanno tracciato la storia non solo della vitivinicoltura friulana, ma dell’intero patrimonio enoico italiano.

“Si tratta di un appuntamento importante per il made in Friuli del settore vinicolo – commenta Mirko Bellini, Direttore generale di ERSA - in quanto in America Latina si rileva un interesse crescente per il prodotto italiano rivolto su diversi fronti. Primo tra tutti, quello agroalimentare. Ritengo questa un’imperdibile occasione per favorire l’avvio di nuove opportunità commerciali, anche in considerazione del fatto che in Brasile si sono registrati solo marginalmente gli effetti della crisi internazionale mentre si continua a rilevare una crescita economica costante. Attualmente, la richiesta di vino italiano appare in crescita e le tendenze di mercato segnano una marcata potenzialità di espansione nei prossimi anni: l’Italia è oggi il terzo paese fornitore del Brasile in termini di vino fermo, dopo Cile ed Argentina.”

Va detto infine che le imprese potranno godere di una visibilità speciale, dato che la fiera ricade nel "Momento Italia-Brasile" ovvero quella serie di eventi organizzati per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia e i 65 della formazione della Repubblica in Brasile. Le commemorazioni, che sono cominciate a ottobre 2011, continueranno fino a giugno 2012, con l'obiettivo di consolidare le affinità tra i due Paesi.

“I vini del Friuli Venezia Giulia – interviene a chiusura il Direttore Bellini - rispecchiano la grande cultura vinicola, come anche lo stile ed il carattere di noi Friulani. Un’occasione, questa, per promuovere su un mercato emergente come quello brasiliano, porta di accesso per tutto il Sud America, il valore, il gusto, ma anche la filosofia e il territorio che sono all’origine dei nostri vini.”

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.