fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Vigne Museum per i 100 anni di Livio Felluga

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

vigne museumvigne museumIl primo settembre 2014 ha compiuto cent'anni Livio Felluga. Un uomo che incarna storia, tradizioni e valori di un mestiere antico in una regione come il Friuli Venezia Giulia, oggi famosa per la produzione di alcuni fra i migliori vini bianchi del mondo. Per festeggiare questo traguardo, la famiglia e l’azienda Livio Felluga hanno organizzato un evento internazionale che unisce enologia e arte, scienza e architettura. Nell’Abbazia di Rosazzo e sulle sue colline, il 20 settembre, dalle 10 alle 13. Innanzitutto  è previsto un convegno curato da Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier di RAM radioartemobile, parte integrante del progetto DAC  (Denominazione Artistica Condivisa), dal titolo “Arte e Impresa a tutela del paesaggio rurale”. Un  appuntamento multisensoriale che prenderà forma attraverso la voce di illustri ospiti internazionali appartenenti al mondo della cultura e della scienza; durante il convegno sarà visibile anche un estratto del video reportage “Livio Felluga 100” di Luigi Vitale. Momento clou della giornata l'inaugurazione del Vigne Museum, di Yona Friedman e Jean-Baptiste Decavèle realizzato con DAC. Sarà presentato “100”, il vino in edizione limitata appositamente creato e dedicato a Livio Felluga. “100” racconta la storia di un uomo moderno e lungimirante che grazie al suo intuito e all’amore per la terra è riuscito, in momenti storici avversi, a far risorgere la collina, convinto che solo la coltivazione di qualità potesse riportare vita nella campagna friulana. Un lungo percorso che inizia tra i vigneti di Isola d’Istria, caratterizzato da duro lavoro e realizzato con grande caparbietà e passione. Livio Felluga, nel corso di una vita, ha creato una delle più importanti realtà aziendali d’Italia, acquisendo a pieno diritto il titolo unanimemente riconosciutogli di “Patriarca dell’enologia friulana”. A fissare indelebilmente questo significativo traguardo, il Vigne Museum di Yona Friedman e Jean-Baptiste Decavèle realizzato con DAC, abbraccerà le colline di Livio Felluga a Rosazzo. Una grande Iconostasi, struttura architettonica opera simbolo di Yona Friedman, alloggerà tra i vigneti diventando parte integrante della natura e del paesaggio.
Il convegno che si svolgerà nell’Abbazia di Rosazzo, poco distante dal Vigne Museum, sarà il primo tassello a dare contenuto al progetto. Interverranno illustri ospiti fra cui: Lorenzo Bendetti (direttore al de Appel arts centre di Amsterdam); Sylvie Boulanger (direttrice del CNEAI - Centre National de l’édition et de l’art imprimé di Parigi); Jean-Baptiste Decavèle (artista, autore del Vigne Museum insieme a Yona Friedman); Stefano Mancuso (neurobiologo vegetale); Mauro Pascolini (geografo e professore all’Università di Udine dove è direttore del Dipartimento di Scienze umane), Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier (RAM radioartemobile). Livio FellugaLivio Felluga


Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata