cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Top Wine Destination: Puglia, unica in Italia

Con la conferenza stampa, venerdì 18 gennaio, presso la sede di Roma, l’assessorato alle Risorse Agroalimentari della regione Puglia ha dato il via una serie di seminari, degustazioni guidate dei vini pugliesi,insieme alla presentazione del calendario 2013 con i numerosi appuntamenti in programma.

Andiamo per gradi. La rivista americana “Wine Enthusiast” con i suoi 250.000 lettori ha conferito alla regione Puglia l’ambito premio di essere fra le prime dieci al mondo come meta enogastronomica. Presenti nella lista anche Douro-Portogallo, Hunter Valley-Australia, da Danube-Austria a Stellenbosch-Sud Africa fino a Val de Vinhedos-Brasil.

Il Presidente della Regione Puglia ha spiegato come la produzione divino di qualità sia incrementata in tre anni dal 2009 al 2012 in maniera esponenziale, dal 20% al 60%, che sono state sovvenzionate 150 cantine della regione,ricordando che il Negroamaro nel 2007 è stato il vino più venduto nella GDO, confidando in numeri entusiasmanti anche per il Primitivo e per il Nero di Troia nei prossimi anni. L’assessore alle risorse agroalimentari Dario Stefàno ha ribadito l’orgoglio dei risultati ottenuti, grazie anche al recupero di un’identità produttiva, investendo fondi per la valorizzazione dei vitigni autoctoni. Ricordando che la Puglia ha visto crescere in soli tre anni nuove imprese agricole, gestite da giovani,donne e uomini al di sotto dei 40 anni. Raccontando che i successi del vino Primitivo eletto per due annidi seguito primo vino d’Italia e il premio dato alla regione da parte dei cittadini americani ha dimostrato che la Puglia è stata capace di distinguersi per la capacità di tenere insieme la sfida della modernità con il valore della tradizione.  Parole piene di entusiasmo della giornalista responsabile della rivista “Wine Enthusiast” Monica Larner:

Monica Larner responsabile della rivista Wine EnthusiastMonica Larner responsabile della rivista Wine Enthusiast

“ Noi americani stiamo cercando delle novità nel settore enogastronomico e nuove mete turistiche. Gli Americani che amano il vino conoscono bene Piemonte, Toscana, tuttavia nasce l’esigenza di trovare nuove mete, nuovi territori, basati sulla voglia di raccontare cose nuove, la qualità dei vini, l’amore per gli ingredienti che si trovano nei cibi che arrivano sulle tavole dei ristoranti Pugliesi e di conseguenza il patrimonio artistico e naturale , quindi cultura arte e non solo enogastronomia, meta ideale dichi ama tutto ciò”. Aggiunge “La cucina pugliese viene vista come territorio del pane integrale, delle orecchiette, dei cibi fatti a mano, genuini, questo ha molta importanza nell’ immaginario Americano. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di stimolante e di imparare una nuova parte, una nuova regione dell’Italia e al momento per un americano è la Puglia la novità”. Continua “ Per quanto riguarda i vini si è alzata moltissimo anche la qualità dei bianchi idonea all’abbinamento di una cucina di mare, che il territorio Pugliese offre. Da non dimenticare che noi americani ci riconosciamo anche nel bicchiere del primitivo visto che lo Zinfandel è il nostro vino e sulle nostre tavole non manca mai, anche se differenti noi ci riconosciamo in quel vino e lo facciamo nostro. ” E mentre negli USA si lotterà per aggiudicarsi l'ambito premio, in Italia si susseguiranno una serie di appuntamenti mirati a consolidare l'immagine della regione. Dopo Roma l'appuntamento è a Milano, venerdì 25 gennaio, e in seguito si tornerà in Puglia seminario di lunedì 11 febbraio presso l'Ateneo dell'Università degli Studi di Bari. Non solo seminari e conferenze, ma anche tante le degustazioni per tutto il mese di febbraio curate dall’associazioni Athenæum (Roma) e Vinarius (Milano), le bottiglie di Primitivo, Nero di Troia e Negroamaro saranno in bella vista nelle principali enoteche di Roma. Qui di seguito il programma :

Achilli al Parlamento
Via dei Prefetti, 15
Tel. 06 6873446

Angolo Divino
Via dei Balestrari, 12
Tel. 06 6864413

Antica Enoteca Manzoni
Piazzale R. Ardigò, 27
Tel. 06 5411535

Bomprezzi
Via Tuscolana, 904
Tel. 06 7610135

Bulzoni
Viale Parioli, 36
Tel. 06 8070494

Cantina di San Pietro
Via Alcide De Gasperi, 33
Tel. 06 6370390

Colori del Vino
Via Flavia, 28
Tel. 06 4741745

Di Biagio
Piazzale Jonio, 6
Tel. 06 8109874

Giansanti
Via Ostiense, 34
Tel. 06 5746768

Il Vino del '99
Via Lodovica Albertoni, 76
Tel. 06 53272283

Lucantoni
Largo Vigna Stelluti, 33
Tel. 06 3293743

Pallotti
Piazza Menenio Agrippa, 9
Tel. 06 86899372

Trimani
Via Goito, 20
Tel. 06 4469661

Uve e Forme
Via Padova, 6
Tel. 06 44236801

Vini, Vizi e Virtù
Piazza dell'Unità, 15
Tel. 06 89537095

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)