fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Gewürztraminer dell'Alto Adige per il nostro stappo marzolino

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

GewurztraminerGewurztraminer

Gewürztraminer. Profumato, morbido e avvolgente, ma anche inebriante, vivace e piacevolmente sorprendente, il Gewürztraminer è per me uno dei  vitigni che meglio rappresenta le donne:  tanto vigorose e passionali, quanto delicate e temperate.  Il Gewürztraminer è un vino ricco di sfaccettature, bisogna comprenderlo per apprezzarlo. Per le sue caratteristiche è considerato uno dei vini più difficili da abbinare: ampio ventaglio di profumi, grado alcolico elevato e vivace freschezza molto spesso spaventano. Ma noi donne lo sappiamo, in cucina, come in amore, non bisogna avere paura di sperimentare, solo così possiamo rimanere piacevolmente stupite dalle potenzialità… di questo vitigno! 

 

VINO. GEWÜRZTRAMINER DOC 2018. AZIENDA: MASO THALER (Montagna, BZ)

Vitigno particolarmente diffuso in Alsazia, Germania e Nord Italia. Bianco e aromatico, dalla buccia di colore grigio-rosata, il Gewürztraminer (o Traminer Aromatico) è un vitigno precoce, di media vigoria e produttività. Predilige zone collinari caratterizzate da climi freschi: le forti escursioni termiche ne impreziosiscono il profilo olfattivo, offrendoci vini unici per eleganza, intensità e persistenza.

Su una collina, a 630 metri di altitudine, coperta di vigneti e circondata dai boschi del Parco Naturale del Monte Corno, al centro un maso, le cui origini risalgono al 1812, si trova la cantina Maso Thaler, appena sopra il paese di Montagna (BZ). La particolare esposizione dei vigneti, posti in direzione sud-sud ovest consente a tutte le varietà di uve coltivate (Pinot Nero, Manzoni Bianco, Sauvignon, Chardonnay e Gewürztraminer) di raggiungere un’ottima maturazione, mentre il livello di acidità garantisce freschezza, sapidità e longevità a tutti i vini.

Le uve di Gewürztraminer, vinificate a partire dall’annata 2018, provengono da un piccolo vigneto in forte pendenza lavorato interamente a mano. Le piante sono state messe a dimora nel 2015, e la resa è di circa 55-60 quintali per ettaro. Il processo di fermentazione e vinificazione viene fatto in contenitori d’acciaio. 

Giallo paglierino carico con evidenti riflessi dorati. Al naso sprigiona un bouquet intenso e intrigante, dove spiccano aromi di fiori quali rosa e glicine, seguono litchi, frutta tropicale e agrumi come mandarino e pompelmo. In bocca il sorso è attraversato da una importante scia minerale che vitalizza una struttura morbida e calda, sapida e sostanziosa, dai persistenti richiami fruttati e agrumati con guizzi minerali sul finale. il nostro wine pairing il nostro wine pairing

COME LO ABBINO? 

Con uno Strudel di zucchine, piselli, speck e provola. Le ricette con la pasta sfoglia conquistano tutti, sono  facili da preparare, proprio come lo strudel che vi propongo per lo stappo di marzo. Un rustico ricco e nutriente ideale per l’aperitivo o anche un secondo piatto.

Le particolari caratteristiche del Gewurztraminer, abbiamo detto,  lo rendono piuttosto difficile da abbinare al cibo. La struttura e il tenore alcolico lo rendono poco adatto, a differenza di molti bianchi, ai piatti più delicati. Il corredo aromatico molto spiccato lo rende tuttavia ottimo abbinamento di pietanze orientali a base di carne bianca e spezie;  inoltre si sposa  bene con alimenti saporiti dai toni fumé come il salmone affumicato, lo speck e la provola affumicata. 
Se viene servito con qualche grado in meno rispetto allìabituale temperatura di servizio, optando per gli 8-10° si abbina perfettamente con antipasti di pesce crudo (magari arricchiti con agrumi o frutta tropicale), e con stuzzichini di formaggi e verdure.

Lo strudel zucchine, piselli, speck e provola è in perfetta sintonia con il vino proposto: presenta la tendenza dolce delle verdure e della pasta sfoglia che vanno a bilanciare il binomio fresco-sapido del vino, mentre i toni affumicati di speck e provola tengono testa al sorso corposo e aromatico di questo inebriante Gewürztraminer di montagna.

 gewurztraminer e ingredienti per la ricetta in abbinamentogewurztraminer e ingredienti per la ricetta in abbinamento

LA RICETTA

GLI INGREDIENTI


- 1 rotolo di pasta sfoglia, meglio se rettangolare
- 2 zucchine medie
- 250 gr di piselli surgelati
- 2 spicchi dI aglio
- 100 g di speck
- 100 g di provola
- 1 uovo
- semini vari per decorare q. b.

COME PREPARARE LO STRUDEL 


Lavate e spuntate le zucchine, quindi tagliatele a rondelle e mettetele a cuocere in una padella antiaderente precedentemente unta con un po’ di olio di oliva e uno spicchio di aglio (che una volta dorato andrete a togliere). Rosolate bene le zucchine, aggiustate di sale e lasciatele cuocere ancora per circa 15 minuti. Una volta cotte lasciatele raffreddare.

Nel frattempo mettete a rosolare un altro  spicchio di aglio con poco  olio di oliva in una casseruola, una volta dorato eliminatelo e aggiungete i piselli.

Dopo un paio di minuti sfumate i piselli con mezzo bicchiere di vino, salate e coprite con un coperchio.

Lasciate cuocere a fuoco dolce per un quarto d’ora circa, quindi togliete il coperchio, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Composizione dello strudel
Stendete il rotolo di pasta sfoglia su una teglia, disponete al centro le fette di provola poi le zucchine, i piselli e le fette di speck. Arrotolate la pasta sfoglia su se stessa sigillando bene i bordi. Spennellatelo con un uovo sbattuto, bucherellando la superficie con uno stuzzicadenti (per evitare che si creino bolle) e decoratelo a piacere con dei semi misti (io ho utilizzato un mix di zucca, girasole e lino). Infornate a 200 °C e lasciate cuocere per 30 minuti circa; quindi fate raffreddare, tagliate lo strudel a fette e servite.

 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo