images/logo/qb/logo.jpg

Abbinamento da Oltreoceano per lo Stappo di ottobre

Scritto da Cosima Grisancich il

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Rosso rubino impenetrabile. Precisa definizione olfattiva che si apre con note di frutta matura, mora e prugna, anche in confettura, poi eucalipto, caffè, fava di cacao e pepe. Avvolge il palato in un caldo e morbido abbraccio. Mostra tannini piacevolmente ruvidi e potenza aromatica fruttata, cui segue una chiusura balsamica. Il CABERNET SAUVIGNON GRAN RESERVA 2012
SUR DE LOS ANDES (MENDOZA – ARGENTINA) è un vino dai sapori intensi che sa bene accompagnare preparazioni saporite a base di carne, come brasati e grigliate miste; risulta ottimo servito con seconde portate della cucina di terra come salsicce e fagioli (non troppo piccanti).


food&wine pairingfood&wine pairing

ABBINAMENTO
Quello che vi propongo questo mese è un abbinamento d’Oltreoceano. Ho trascorso una settimana nella straordinaria New York City e la tappa in una classica Steakhouse era d’obbligo.
La Steakhouse è un ristorante specializzato in bistecche e carne alla brace, molto spesso offre un’atmosfera vivace, ma allo stesso tempo intima grazie alle luci soffuse, i mattoni a vista e le vecchie fotografie appese alle pareti.

T boneT bone

Cosa si potrà mai ordinare nel paradiso dei carnivori?
Il piatto forte è la Porterhouse: la bistecca preferita dagli Americani, sicuramente il taglio più spesso che si può trovare, composta dal filetto e dal controfiletto divisi dal tipico osso a forma di T. Per intenderci la Porterhouse è simile a una “bistecca alla fiorentina” (T-Bone in Americano), ma la dimensione del filetto è molto più grande. Un piatto tanto semplice quanto saporito. La carne viene cotta sulla brace e condita solamente con sale grosso, Accompagnamento perfetto un vino corposo, avvolgente e leggermente aromatico, che al palato riesca a bilanciare la lieve succulenza della carne appena scottata.  Il Cabernet Sauvignon argentino è un’ottima scelta: la nota alcolica ben pronunciata ammorbidisce la leggera tendenza amarognola della brace e il retrogusto balsamico e piacevolmente tannico del vino lasciano il palato pulito e asciutto. 

 

 

 

 

 

Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Pubblicato nella rubrica Stappo alla regola

Stampa questo articolo