cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Abbinamento da Oltreoceano per lo Stappo di ottobre

Rosso rubino impenetrabile. Precisa definizione olfattiva che si apre con note di frutta matura, mora e prugna, anche in confettura, poi eucalipto, caffè, fava di cacao e pepe. Avvolge il palato in un caldo e morbido abbraccio. Mostra tannini piacevolmente ruvidi e potenza aromatica fruttata, cui segue una chiusura balsamica. Il CABERNET SAUVIGNON GRAN RESERVA 2012
SUR DE LOS ANDES (MENDOZA – ARGENTINA) è un vino dai sapori intensi che sa bene accompagnare preparazioni saporite a base di carne, come brasati e grigliate miste; risulta ottimo servito con seconde portate della cucina di terra come salsicce e fagioli (non troppo piccanti).


food&wine pairingfood&wine pairing

ABBINAMENTO
Quello che vi propongo questo mese è un abbinamento d’Oltreoceano. Ho trascorso una settimana nella straordinaria New York City e la tappa in una classica Steakhouse era d’obbligo.
La Steakhouse è un ristorante specializzato in bistecche e carne alla brace, molto spesso offre un’atmosfera vivace, ma allo stesso tempo intima grazie alle luci soffuse, i mattoni a vista e le vecchie fotografie appese alle pareti.

T boneT bone

Cosa si potrà mai ordinare nel paradiso dei carnivori?
Il piatto forte è la Porterhouse: la bistecca preferita dagli Americani, sicuramente il taglio più spesso che si può trovare, composta dal filetto e dal controfiletto divisi dal tipico osso a forma di T. Per intenderci la Porterhouse è simile a una “bistecca alla fiorentina” (T-Bone in Americano), ma la dimensione del filetto è molto più grande. Un piatto tanto semplice quanto saporito. La carne viene cotta sulla brace e condita solamente con sale grosso, Accompagnamento perfetto un vino corposo, avvolgente e leggermente aromatico, che al palato riesca a bilanciare la lieve succulenza della carne appena scottata.  Il Cabernet Sauvignon argentino è un’ottima scelta: la nota alcolica ben pronunciata ammorbidisce la leggera tendenza amarognola della brace e il retrogusto balsamico e piacevolmente tannico del vino lasciano il palato pulito e asciutto. 

 

 

 

 

 

Informazioni