cibo, vino e quantobasta per essere felici

Scoprire i vini della Valle d'Aosta: a Udine

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fabrizio Gallino, autore di Vino in ValleFabrizio Gallino, autore di Vino in ValleScoprire i vini della Valle d’Aosta: con qbquantobasta da Honey Money. Sabato 29 marzo alle 17.30. Ingresso gratuito, prenotazione consigliata. Valle d’Aosta non significa solo sci e turismo d’alta quota. Significa anche vini e vigne, e Fabrizio Gallino li ha raccontato in un libro “Vino in Valle” (Giramondo Gourmand editore) che ci fa conoscere vitigni autoctoni e vignerons appassionati. Fabrizio Gallino forse è più conosciuto come wineblogger: il suo Enofaber's Blog Vino e musica (e un po' di cibo) è al quarto posto fra i più autorevoli nella recentissima classifica dei BEST 100 secondo ebuzzing.it.
Le testate qbquantobasta, mensile del territorio e quotidiano on line, hanno voluto conoscerlo da vicino e farlo conoscere ai tanti appassionati. In  collaborazione con Honey Money il nuovo concept di via Palmanova 435 sabato 29 marzo alle 17.30 si potrà incontrare l’autore che presenta il suo libro e si potranno anche assaggiare alcuni di questi vini eroici. Un’occasione assolutamente da non perdere, oltretutto a ingresso gratuito (meglio prenotare a: info @qbquantobasta.it)
Vino in Valle è un libro di viaggio strutturato per essere guida da enoesploratori che racconta storie, descrive luoghi di ristoro e punti di interesse. E’ organizzato in quattro itinerari lungo la direttrice sud-est/nord-ovest; un racconto a tappe, da usare come guida se siete in zona per turismo o da leggere comodamente seduti in poltrona sorseggiando magari qualcuno di questi straordinari autoctoni. 41 i produttori protagonisti con oltre 220 etichette descritte. Quelle che Fabrizio Gallino racconta sono vigne a strapiombo sulla Dora, si inerpicano sul versante della montagna, sotto il ghiacciaio del Monte Bianco dal confine con il Piemonte, Carema, fino ai vigneti di Morgex, tra i più alti d’Europa. Tra chiese castelli vette prati e neve i vini della Val d’Aosta vi si sveleranno. E sarà una fantastica sorpresa.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.