cibo, vino e quantobasta per essere felici

ociseioseguiqb

Presentazione nuovo Vino della pace a Cormòns

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

È stato presentato ufficialmente il nuovo Vino della Pace della Cantina Cormòns, nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale di Cormòns. Presenti il sindaco, Roberto Felcaro, l'assessore regionale alla cultura, Tiziana Gibelli, il direttore della "Fondazione Roberto Capucci", Enrico Minio Capucci; per la Cantina Produttori il presidente, Filippo Bregant e il direttore generale, Alessandro Dal Zovo. qbquantobasta presente perchè #ociseioseguiqb. Sull'etichetta si legge anno 2017, per questo insieme armonico di cinque vini del territorio, che hanno riposato per dodici mesi in botti di legno e sei mesi in bottiglia. Sull'etichetta è riprodotto un disgno realizzato ad hoc dal Maestro Roberto Capucci, la cui fondazione ha sede a Villa Manin di Passariano. L'assessore regionale alla cultura Tiziana Gibelli ha rilevato la delicata leggerezza dell'immagine, il cui copricapo richiamerebbe lo stilosa femminilità di Audrey Hepburn. La poesia Prosit è tratto dalla silloge poetica "Pietre d'inciampo" di Paolo Menon, autore di numerose opere dionisiache fra cui "Per vino e per segno".  Brevi ma incisivi interventi coordinati dal giornalista Stefano Cosma. Al termine è intervenuto Luigi Soini, a lungo direttore della Cantina, che orgogliosamente ha ricordato la valenza promozionale dell'intuizione di creare il vino della pace con tutti i vini presenti nel vigneto della pace della Cantina Produttori. Il nuovo blend - colore giallo paglia con tocchi di petali di girasole, profumo di fiori appena sbocciati e frutta dolce con sentori leggermente moscatati, gusto morbido e rotondo con retrogusto di vaniglia - punta a diventare il vino di punta della Cantina rivolgendosi anche un mercato internazionale. È seguito un brindisi, accompagnato da prodotti del territorio, negli spazi dell'Enoteca di Cormòns. 

Cantina Produttori Cormòns s.c.a. Via Vino della Pace, 31 - Cormòns (GO)


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.