fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Cucina alla fiamma, donne nell'arte del flambé

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

A Grado, all’albergo Astoria, il 7 e l'8 marzo si svolge la seconda edizione del campionato a squadre di cucina alla fiamma “Le Donne nell’Arte del Flambé”, l’iniziativa organizzata dall’AMIRA, Associazione Maitre Italiani Ristoranti ed Alberghi. Un’iniziativa che vedrà squadre provenienti da tutta Italia impegnate nella sfida della preparazione di un dessert flambé. A contribuire al punteggio finale anche  la preparazione di un centro tavola con la frutta. La giuria è presieduta da Gianluca Recchia cancelliere nazionale dei Grandi Maestri della Ristorazione, dalla Gran Maestra Pierrette Rassati, dalle giornaliste Manuela Sain Colombo e Luciana Idelfonso e dalla delegata nazionale Amirine, Mina Franchini.

Le squadra saranno altresì premiate giornalmente dal voto del pubblico che ha il libero accesso alla sala da via Marina.

La sfida potrà essere seguita in diretta streaming sul sito Facebook dell’associazione dei maître italiani “Amira Nazionale” grazie all’intervento della Gb video service di Grado., Due le squadre del Friuli Venezia Giulia in gara: la sezione Trieste-Gorizia con Laura Brunettin, Jessica Carazzato e Rosa Di Prisco, la sezione di Udine con Elisabetta Prelz, Elisa Kaluza ed Elisabetta Coreghin.

Le prove sono in programma dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17. Parteciperanno alla sfida anche delle studentesse di istituti alberghieri che si accingono a debuttare nel mondo del lavoro. La premiazione è in programma nel corso del dinner di gala in programma la sera del giorno 8 marzo all'hptel Astoria. La serata  si concluderà con tutte le concorrenti impegnate nella “Parata delle lampade” (la lampada è lo strumento utilizzato per cucinare alla fiamma dinnanzi ai commensali) ovvero nella contemporanea flambatura di una speciale crepe all’Amaro Quintessentia Nonino.



 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo