cibo, vino e quantobasta per essere felici

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 291

Valdobbiadene superiore di Cartizze

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Valdobbiadene Superiore di Cartizze Spumante extra dry

 La “Primavera del Prosecco” ha preso l’avvio anche quest’anno alla fine di febbraio e proseguirà fino a luglio con mostre, degustazioni e manifestazioni incentrate sul vino di cui porta il nome e che accoglieranno quanti vorranno visitare l’alta Marca Trevigiana. In questa area, nel territorio del comune di Valdobbiadene, si colloca la sottozona di Cartizze, che copre una superficie di soli 104 ettari.

La proprietà Garbara, che in dialetto veneto locale individua un terreno aspro e asciutto, è situata nel suo cuore: sulla collina che si estende tra S.Stefano e Saccol. Un’area già denominata “Cartice” fin dal 1500 e con una millenaria tradizione nella coltivazione della vite.

Il suo scosceso terreno calcareo è asciutto, ricco di microelementi, minerali e metalli, che conferiscono all’uva sapori caratteristici, di grande varietà ed equilibrio. I grappoli sono scarni, gli acini sono piccoli, aromatici e molto zuccherini.

Anche per questo Cartizze, come per tutti i vini spumanti, è consigliato stappare la bottiglia evitando con cura di fare il “botto”, risparmiando così al vino il brusco stress nel passaggio dalla sovrapressione in bottiglia alla pressione dell’ambiente esterno.

Così come, per degustarlo al meglio, va preferito un calice di maggior apertura rispetto alla classica flûte, per permettere ai profumi di sprigionarsi più liberamente.

Nel versarlo, la spuma abbondante ed evanescente lascia spazio a fitte catenelle di bollicine molto fini e persistenti che, liberandosi dal fondo del bicchiere, lo fanno brillare di riflessi paglierini e dorati.

Già dalla mescita si erano percepiti i sentori di crosta di pane e biscotto; avvicinando il bicchiere al naso si avvertono note di fiori bianchi, associate alla frutta matura e a delicate sfumature erbacee.

Queste percezioni trovano corrispondenza nell’assaggio, dove si mostra molto elegante, fine ed equilibrato tra la morbidezza data dal modesto residuo zuccherino e il brio dovuto alla freschezza e alla pungenza dell’anidride carbonica che detergono le papille gustative prima del nuovo sorso o del successivo boccone.

 

Abbinamento: È un vino da non relegare al solo ruolo di aperitivo, ma sarà di grande soddisfazione abbinato a raffinati antipasti di pesce .

 

 

Garbara Azienda Agricola di Grotto Ambrogio
via Menegazzi 19
S.Stefano di Valdobbiadene TV
Prezzo suggerito dal produttore € 15,50

Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.