cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Medaglia d'oro a Londra per il Pinot Noir di Tiare

Medaglia Oro per il Pinuàr 2015  dell’azienda Tiare di Dolegna del Collio ai Masters 2017 di Londra. Unico italiano a guadagnare l’ambito premio nella categoria Oaked Red Pinot Noir. Circa 200 le etichette di tutto il mondo che partecipavano al concorso, giudicate da un qualificatissimo panel di Masters of Wine, Master Sommeliers e senior buyers. Prodotto con uve di Pinot Nero 100% provenienti dalle vigne di Dolegna del Collio, il Pinuàr è il frutto del lavoro che  Roberto Snidarcig dedica al Pinot Nero, uno dei più difficili vini da produrre al mondo, di cui i francesi (presenti in modo significativo al Concorso londinese) sono maestri. Le uve, raccolte a mano all’inizio di settembre, vengono fatte macerare per una decina di giorni. Il 40% del mosto matura in botti di rovere per sei mesi, mentre il restante 60% si affina in acciaio. Ne deriva un vino molto fine ed elegante, dal colore rosso rubino, con profumi speziati di fragoline di bosco, ciliegia e lampone, che ben si accompagna a piatti di pesce e a carni bianche. Il Pinuàr sarà presentato al Vinitaly, nel padiglione della Regione Friuli Venezia Giulia (Pad.6 Torre Eugenia D7).



Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.