cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

La grande famiglia dei Refoschi e i vincitori del Gran Premio Noè

Prima giornata scoppiettante, nonostante il tempo (atmosferico) grigio, a Gradisca d'Isonzo per la prima giornata del Gran Premio Noè. Dopo la lectio magistralis "Dei Refoschi" del professor Costacurta, uno dei più noti studiosi ed esperti di viticoltura, docente all’Università di Padova e autore di centinaia di note sperimentali su argomenti di ecologia viticola e caratterizzazione varietale, si sono avvicendati sul palco personaggi di spicco del mondo enologico e non solo. 

E' stato presentato il Progetto regionale “80 Volte Refosco” a cura di PromoTurismo FVG e di Cantina Produttori Cormòns (nella foto sotto il presidente Filippo Bregant). 

Per la categoria “Personaggio, italiano o straniero, del mondo dello spettacolo, della cultura o dell’enogastronomia che con la propria attività si sia particolarmente distinto nella promozione dell’enogastronomia regionale”, quest’anno sarà premiato Francesco Tullio Altan, fumettista e vignettista, padre della Pimpa e di Armando, rappresentati nell’homepage del sito ufficiale con dei grappoli di uva rossa.

 

Alessandro Salvin Segretario Generale del Ducato dei vini ha premiato con un'altra statuetta l'agronomo ed enologo Claudio Fabbro. 

Sono poi stati premiati alcuni esponenti della aziende dell'Associazione Refosco di Faedis. 

Quarta statuetta all’Istituto per l’agricoltura e il turismo di Parenzo (Poreč), nato nel 1875 come stazione provinciale del vino e della frutta e poi proseguita come Istituto enologico nel 1907, per la sua importante attività di ricerca scientifica applicata in agricoltura e nel turismo. 

Assegnate targhe di riconoscimento ad aziende più premiate nelle Guide italiane con il Refosco o con il Terrano: all’azienda Ca’ Dei Faggi di Raschiacco di Faedis (Udine) - foto sotto -  e all’Associazione Viticoltori del Carso di Trieste.

 

 

E infine la foto di gruppo dei premiati presenti in sala Bergamas a Gradisca d'Isonzo

 

 

Sabato 16 e domenica 17 novembre fitto programma di appuntamenti incontri e degustazioni. Leggi tutto al link Non solo Refoschi al Gran Premio Noè 2019

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)