cibo, vino e quantobasta per essere felici

Il futuro del vino nei nuovi Quaderni di agricoltura

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

foto Petrussifoto Petrussi

Dopo le collane dedicate al mondo del gusto e a quello dell’artigianato, la Camera di Commercio di Pordenone-Udine prosegue il suo viaggio alla scoperta dei comparti produttivi della sua terra, con  “Quaderni di agricoltura”. Questo è infatti il titolo della nuova collana il cui primo volume, è stato recentemente presentato in Sala Valduga a Udine.  A raccontare questa realtà e anticiparne gli sviluppi, è  Walter Filiputti, giornalista e scrittore che conosce la viticoltura, si può dire, dalla nascita e ne ha fatto una delle specializzazioni della sua carriera professionale. «Alle sue parole, ai suoi racconti sempre originali, alle sue chiacchierate con i vignaioli, alle sue analisi puntuali è stata affidata la trama di queste pagine – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo –. In esse, oltre a tante luci, emergono anche minacce e rischi a cui il comparto sta andando incontro. È però un volume di speranza, che guarda con enorme fiducia ai giovani produttori, ma anche di critica costruttiva a un sistema VignetoFvg, perché vuole dare un contributo scientifico serio al dibattito che ruota attorno al vino regionale, e soprattutto dare uno stimolo a superare ostacoli e imboccare strade nuove, per non rischiare di rovinare uno dei patrimoni di maggior ricchezza della nostra identità territoriale. Confidiamo dunque che i suggerimenti di Filiputti possano essere raccolti da imprese e istituzioni, perché la nostra viticoltura non perda occasioni preziose per difendere la sua qualità e sappia costruire con intelligenza e lungimiranza il suo futuro e il suo sviluppo».

Proprio al futuro guarda la pubblicazione anche nella forma, com’è stato evidenziato anche nel corso della presentazione, moderata dal giornalista del Messaggero Veneto Maurizio Cescon. Snello e pratico nel formato, il volume è compendiato per la prima volta anche da un sito internet, che va ad ampliare e completare l’edizione cartacea con informazioni aggiuntive, immagini e videointerviste, rendendo il progetto crossmediale, come questi tempi di comunicazione e innovazione tecnologica richiedono. Al futuro si ispira dunque l’intera pubblicazione, che contiene anche una lettera aperta ai giovani vignaioli, a cui l’autore ha voluto rivolgersi e con cui ha avuto modo di dialogare e costruire anche una sorta di gruppo di riflessione e lavoro per i prossimi anni.

«Se ai giovani dai, ricevi tanto di più; se trasmetti loro conoscenza, esperienza ed entusiasmo, loro ti ripagano con il rispetto, il coraggio, la voglia di mettersi in gioco e una nuova visione – dice Filiputti nelle prime pagine del volume –. Hanno determinazione e tanta voglia di fare, ma soprattutto sanno dialogare tra di loro e confrontarsi senza gelosie. Questa lettera aperta è dedicata a tutti i giovani vignaioli del Friuli Venezia Giulia, nessuno escluso».

  


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.