cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Il Consorzio delle Doc si presenta a Monaco di Baviera

Pietro BiscontinPietro Biscontin

“A Monaco inizia una nuova avventura che nasce sotto i migliori auspici – esordisce Pietro Biscontin, presidente del Consorzio delle Doc-FVG. Si tratta di un progetto con enormi potenzialità e che sicuramente può vantare un appeal a livello internazionale. È evidente che si andrà a esaltare ulteriormente un concetto di identificazione territoriale ma, appunto, nell’assoluto rispetto delle peculiarità delle denominazioni già in essere.” Saranno presentati, in particolare, i vini a Doc Friuli con un focus sull'istituzione della stessa Doc Friuli Venezia Giulia, ma senza dimenticare le peculiarità delle Doc “storiche”.
Il 27 novembre 2017 alle 17, degustazione guidata a cura di Jens Priewe di 8 vini a Doc Friuli, dedicata a buyer, importatori, distributori e sommelier. Alle 18.30, conferenza stampa moderata da Monika Kellermann sulla Doc Friuli, che si chiuderà con una degustazione in banchi d’assaggio di vini a Doc Friuli e delle doc “storiche” (dedicata a una selezione di giornalisti del settore enogastronomico). In  più n meeting bilaterale tra una delegazione delle istituzioni regionali e i rappresentanti della Baviera in attuazione dell’Intesa siglata a Trieste dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dallo Stato Libero di Baviera il 4 maggio 2016, sarà il momento clou il giorno 28 novembre: al centro del dibattito, denominazioni, irrigazione e gestione del territorio. Lavori in programma al Bayerische Landesanstalt für Weinbau und Gartenbau, cioè  l’Istituto statale bavarese per la viticoltura e l'orticoltura.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni