cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

I vini della Slavonia: a Buttrio 2013 in degustazione

La Fiera dei Vini di Buttrio si apre quest'anno a un'interessante collaborazione con i vini della Slavonia: davvero un'opportunità imperdibile la degustazione di SABATO 8 GIUGNO alle 14.30: Progetto AGROWINE L.R.19/2000 Degustazione Guidata “Alla scoperta delle nuove frontiere d’Europa: i vini della Slavonia orientale”. Cosi come l’Istria e la patria della Malvasia, la Slavonia è “diventata” la patria della Graševina. Dalle zone viticole nei dintorni di Kutjevo e Ilok, ma anche da Belje, arrivano alcuni tra i migliori vini

della Croazia continentale, la Graševina e lo Chardonnay, rossi di qualità quali il Merlot, il Pinot noir.

Le cantine di Kutjevo e Ilok, dalla lunghissima tradizione enologica, sono le piu antiche della Croazia. Nella Slavonia la tradizione della coltivazione della vite risale al III secolo, quando fu piantata dai Romani sui pendii della Fruška gora e successivamente diffusa in tutta la regione. A Buttrio alla Fiera regionale dei vini quest'anno sara possibile assaggiare e conoscere da vicino anche queste interessanti produzioni.

La cucina della Slavonia: La fertile pianura è alla base della ricchezza della variegata e fantasiosa cucina slavona. I fiumi Sava, Drava e Danubio che la intersecano offrono pesce di acqua dolce, ecco allora tante specialità preparate con la carpa, il pesce persico, il siluro, la lucioperca. Il Fiš-paprikaš o il paprikaš (paprikás) di pesce è l piatto più amato della Slavonia e i cuochi sostengono che il segreto della sua preparazione sta – oltre che nella freschezza del pesce – nella qualità della paprica, la cui piccantezza varia in base al gusto di ogni singolo cliente, dal medio piccante fino al piccantissimo.

In ogni casa si trovano, a disposizione dell’ospite salsicce dolci o piccanti, il kulin (kulen), (il Kulin Galovic artigianale è diventato il primo prodotto alimentare a denominazione di origine
controllata), la pancetta, i ciccioli, la grappa di prugne.

Un piatto molto popolare è il leggendario cˇobanac, preparato nel paiolo sul focolare. Sul fondo del paiolo si mette uno strato dicipolla grattugiata con paprica rossa fresca, successivamente vi si adagia la carne di pecora, agnello, vitellone o di vitello tagliato a tocchetti. Si allunga con acqua, vino e concentrato di pomodoro e si lascia cuocere finché la carne non diventa morbida.

Dolci tipici sonoil salenjaci (impasto lievitato al quale si aggiunge la pancetta macinata, si piega a libro diverse volte, si farcisce infine con noci e marmellata, quindi cotto al forno), la gužvara (impasto lievitato farcito con noci o semi di papavero e cotto al forno).

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni