cibo, vino e quantobasta per essere felici

I vini dell'emporio romano sbarcano a Grado

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

 

Serata interessante e piacevole sia dal punto di vista enoico, sia per l'atmosfera speciale che si è potuta vivere a La Dinette di Grado, quasi direttamente sul mare. Un  gruppo di cinque produttori,  attivi nel territorio dell’antica AQUILEIA, hanno fatto gruppo per promuovere e fare conoscere insieme il loro territorio e i loro vini (recentemente hanno anche ospitato Francesco Saverio Russo, noto wine blogger, per  un focus su questa loro realtà).  Aperitivo a bordo mare con frittura di calamaretti e salvia,  gamberi impanati, frico lecca lecca accompagnato dalla Ribolla Gialla Brut Brojli. La serata all'interno del ristorante è proseguita con uno stuzzicante menù. 

Friulano 2019 dell'azienda Puntin abbinato a un morbidissimo sgombro al vapore in saòr, leggero e delicato.

Malvasia Ninive 2019 Tarlao con  ricciola al forno, zenzero in agrodolce e pesche nettarine.

Chardonnay 2019 dell'azienda Barone Ritter de Zàhony in abbinamento a risotto, gamberi marinati mantecati con crema di zucchine e Chardonnay a crudo.

Traminer Ca' Tullio 2019  in abbinamento a cevapcici di tonno, patate acidule e ajvar. 

Refosco 2016 dell'azienda Donda  con anguilla arrostita, insalata di arance, polenta fritta. 

Dulcis in fundo il Verduzzo Brojli con la spiersolade e la torta di carote inzuppata nel verduzzo.

dinette i tredinette i tre

Molto apprezzati gli abbinamenti e davvero notevoli i piatti creati da Luca David, chef de La Dinette, e dalla moglie Elena Busetti.  

Potrebbe interessarti anche I consorzi COF e Aquileia si uniscono

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.