cibo, vino e quantobasta per essere felici

Giornate altoatesine del Pinot nero

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

LE GIORNATE DEL PINOT NERO FESTEGGIANO VENT’ANNI. Anniversario dal 5 al 7 maggio 2018 con un’edizione speciale. Banchi d’assaggio con svariate decine di Pinot neri provenienti dalla penisola e da diversi territori del mondo, e molti altri appuntamenti dedicati all’approfondimento del vino così noto e amato. “Era il maggio 1999 quando pochi vignaioli, insieme ai due piccoli comuni di Egna e Montagna (BZ), e grazie al supporto della Camera di Commercio di Bolzano, organizzarono per la prima volta questo evento con l’intento di offrire ad appassionati e curiosi del Pinot nero una manifestazione senza precedenti in Italia. Quell’anno il pubblico poté degustare 25 Pinot nero dell’Alto Adige, selezionati fra i 45 che erano stati raccolti. Agli altoatesini si aggiunse una selezione di Pinot nero provenienti da altri territori del mondo. L’obiettivo era quello di accendere i riflettori sul Pinot nero altoatesino, in particolar modo quello coltivato nelle colline di Egna (Altopiano di Mazzon) e di Montagna, i due comuni dove questo vitigno nell’ultimo secolo ha trovato le condizioni ideali per esprimersi al meglio. La strada scelta è stata quella del confronto, per fornire l’occasione a tutti i produttori italiani di conoscere il proprio livello rispetto ai colleghi, in modo da stimolare la voglia di progredire. È nato così il Concorso nazionale del Pinot nero che dal 2001 si è aggiunto alla primigenia manifestazione. Da quell’anno, ogni primavera il Comitato Organizzatore invita aziende produttrici di tutta Italia a inviare i propri vini per la degustazione ufficiale, coordinata dal Centro di Sperimentazione Laimburg, ora come allora. Le degustazioni si svolgono alla cieca e le valutazioni sono affidate a commissioni formate da esperti e tecnici italiani e stranieri. La graduatoria dei primi dieci classificati viene comunicata ufficialmente durante la cerimonia di apertura dell’edizione annuale della manifestazione.

Il Comitato Organizzatore, con il supporto delle due amministrazioni comunali di Egna e Montagna, ha ideato un programma speciale che vede in primo piano i grandi Pinot nero che hanno conquistato negli anni la vittoria nel Concorso nazionale. È infatti prevista una degustazione riservata ai TOP OF PINOT NERO, ovvero i dieci produttori che hanno ottenuto i migliori risultati all’interno delle graduatorie delle diciassette edizioni del Concorso nazionale (2001 – 2018). La scelta delle annate sarà a cura dei produttori, che saranno personalmente presenti per raccontare i loro vini. Questa graduatoria complessiva costituirà la base per l’assegnazione del riconoscimento ai TOP 3, che verrà consegnato nel corso della cerimonia di apertura. Non mancherà, come tradizione, un’esclusiva verticale: quest’anno protagonisti saranno i vini di una prestigiosa tenuta della Borgogna. E poi ancora un premio: il Premio del pubblico. Si tratta di un premio speciale che il Comitato riconoscerà al Pinot nero italiano  che riceverà il maggior numero di voti da parte di tutti gli appassionati visitatori del banco d’assaggio della  manifestazione nelle giornate di domenica 6 e lunedì 7 maggio.

BANCO D’ASSAGGIO aperto al pubblico DOMENICA 6 e LUNEDÌ 7 MAGGIO DALLE 13 alle 21.  Circa 100 i vini in degustazione: tutti i partecipanti al Concorso 2018 e oltre una ventina provenienti da paesi esteri.

(Ingresso € 25,00/giorno. Non serve prenotazione). Banchi d’assaggio - sala culturale “Haus Unterland” - Largo Ballhaus 2, Egna (BZ)  Altri appuntamenti - sala culturale “J. Fischer” – via S.Bartolomeo 15, Montagna (BZ) Annata in degustazione: 2015

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.