cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Enoturismo in FVG vale oltre il 30% dei visitatori annuali

Un terzo dei turisti che visitano il Friuli VG ha dichiarato di farlo attirato dalla qualità dell’offerta agroalimentare in generale e vitivinicola in particolare. Numeri sui quali i 22 centri regionali membri dell’associazione nazionale Città del Vino stanno impostando la loro strategia che si esplicherà nella nuova normativa nazionale sulle Strade del Vino e dei Sapori in relazione al  disegno di legge del 2016 del del Senato. Il Coordinamento del Friuli Venezia Giulia delle Città del Vino farà il punto della situazione durante la Fiera Regionale dei Vini di Buttrio, con due convegni di approfondimento su enoturismo, marketing e filiera del vino sostenibile nei giorni 9 e 10 giugno 2017. Nell'occasione sarà anche annunciato l’allargamento della compagine regionale con il ritorno di Gradisca d’Isonzo.

“Il doppio appuntamento di Buttrio - ha spiegato il coordinatore regionale Tiziano Venturini - sarà un passaggio fondamentale, proprio mentre l’associazione nazionale compie 30 anni di vita. Le nostre 22 realtà presto diventeranno 23 con il rientro di Gradisca d’Isonzo. D’altronde sono gli stessi dati ufficiali forniti dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a certificare il trend di un turismo in crescita di oltre il 5% su base annua nel 2016, con circa 35% dei turisti che arriva in regione attratto dalla qualità dell’offerta agroalimentare e vitivinicola.

Il 9 giugno alle 16 in Villa di Toppo Florio si terrà l’incontro “Lo sviluppo dei servizi enoturistici, fra redditività d’impresa e patrimonio territoriale: contributi per una nuova legge nazionale”. Relatori il prof. Diego Begalli Docente Dipartimento di Economia Aziendale Università di Verona e la prof.ssa Laura Katia Sidali Docente Free University of Bozen-Bolzano (Affiliata Dip. Economia Agraria Università G-A di Goettingen). Interverranno Alessio Berna della Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene, Elena Chincarini della Strada del Vino e dei Sapori Trentino, Bruno Bertero Direttore Marketing PromoTurismo FVG, l’onorevole Isabella De Monte Deputata al Parlamento Europeo. Conclusioni affidate a Sergio Bolzonello Vicepresidente Regione FVG e Assessore alle attività produttive, turismo e cooperazione. Modereratrice la dr.ssa Iole Piscolla resp. tecnico Area Turismo ed Eventi Associazione Città del Vino.

Il 10 giugno alle 10.30 in Villa di Toppo Florio si terrà l’incontro “Il vino nell’economia circolare tra mercato e territorio”. Interverranno il prof. Attilio Scienza Docente di Viticoltura Università degli Studi di Milano, il prof. Francesco Marangon Docente di Economia ed Estimo Agrario Università degli Studi di Udine, il prof. Cosimo Finzi Direttore AstraRicerche, Mario Busso Curatore della guida ViniBuoni d’Italia, Conclusioni affidate a Cristiano Shaurli Assessore alle risorse agricole e forestali Regione FVG. Modererà Fabio Piccoli giornalista, esperto di marketing nel settore vitivinicolo.

L’Associazione Città del Vino comprende 500 località in tutta la Penisola. In Friuli Venezia Giulia si fregiano di questo titolo 22 realtà: oltre a Buttrio sono Città del Vino Capriva del Friuli, Cormòns, Dolegna del Collio, Gorizia, San Floriano del Collio, Casarsa della Delizia con anche la sua Pro Loco, San Giorgio della Richinvelda, Duino-Aurisina, Aquileia, Bertiolo, Camino al Tagliamento, Chiopris-Viscone, Cividale del Friuli, Corno di Rosazzo, Latisana, Manzano, Nimis, Premariacco, Prepotto, Torreano e Trivignano Udinese.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.