cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Endrizzi MANSUM Vecchi territori nuovi volti

ENDRIZZI,“Vecchi territori - Nuovi volti”. Al Masetto (latino Mansum) di Endrizzi a San Michele all’Adige il 9 novembre 2018 si è svolto MANSUM, l’incontro annuale della stampa enogastronomica con la famiglia Endrici. Ospiti speciali, tre giovani cantine di montagna del Trentino, LasteRosse, Corvée e Filanda de Boron. 

 “Nell’edizione 2018 di MANSUM ci hanno affiancato tre nuovi volti della vitienologia trentina, piccole, preziose realtà da territori viticoli desueti e ora in fermento, spiega il titolare Paolo Endrici. Portare nel mondo l’immagine di un Trentino viticolo appassionato e vitale è sempre stato un mio personale obiettivo primario, anche facendo rete con belle realtà della nostra regione”.

Ospiti dell’evento sono stati Pietro e Silvia Pancheri di LasteRosse Val di Non con il loro Groppello Metodo classico, Moreno Nardin di Corvée con il Müller Thurgau Viàch Val di Cembra e Nicola Del Monte di Filanda de Boron Valli Giudicarie con il Dedit da uve Solaris. Moderatrice della degustazione Rosaria Benedetti, Sommelier professionista AIS, Donna del Vino e responsabile Guida Vitae per il Trentino.

MANSUM 2018 è stata inoltre l’occasione per Endrizzi di presentare ufficialmente i due vini “Golalupo” Pinot Nero Riserva e “Leoncorno” Teroldego Rotaliano Superiore Riserva, due vini di territorio sui quali l’Azienda e l’enologo Vito Piffer hanno lavorato con passione negli ultimi anni. 

Intermezzo teatrale dell’attrice e regista Maura Pettorusso di Trento Spettacoli, che ha scritto e recitato il racconto del Golalupo e Leoncorno, due nomi leggendari e ricchi di storia, profondamente radicati nell’identità del Masetto. Paolo, Christine e i figli Lisa Maria e Daniele hanno voluto infine affidare la realizzazione dello splendido menù dell’evento alla Impresa Sociale Kaire di Trento. 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.