E' nata ufficialmente la Docg Rosazzo

Refosco di Faedis, Pignolo di Rosazzo e Ribolla gialla di Rosazzo, sono le nuove Sottozone

 Ora è ufficiale: il Friuli Venezia Giulia ha una nuova Docg (Denominazione d’origine controllata e garantita): Rosazzo. Con il Decreto ministeriale 14 ottobre 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 249 del 25 ottobre 2011, l’ex Sottozona della Doc dei Colli Orientali del Friuli (ora con la nuova denominazione Friuli Colli Orientali) ha fatto il salto di qualità assieme alle altre “promosse”, le nuove Sottozone del Refosco di Faedis, della Ribolla gialla di Rosazzo e del Pignolo di Rosazzo. Le uve della vendemmia di quest’anno potranno già utilizzare le denominazioni

appena approvate.

«I soci ci hanno chiesto di avviare l’iter per rafforzare un percorso di qualità su cui, da sempre, camminiamo – spiega il presidente del Consorzio, Pierluigi Comelli -. Ciò testimonia la vitalità del nostro gruppo di produttori e invita a implementare uno sforzo comune finalizzato ad ampliare il numero degli associati e a promuovere sempre più efficacemente i nostri vini».
Nella Docg Rosazzo operano una decina di aziende su circa 50 ettari di vigneto che producono 1.200 ettolitri di vino. Dall’annata 2011, messa in commercio nel 2013, con l’etichetta della Docg si imbottiglierà soltanto un vino bianco che è una novità assoluta per il Fvg. Infatti, si tratta di un uvaggio con base di Friulano (almeno il 50%), Sauvignon e Pinot bianco (o Chardonnay) e poco altro (Ribolla gialla).

«E’ un vino che è già ben accolto dai consumatori – sottolinea il direttore del Consorzio, Mariano Paladin – e anche una specifica ricerca che abbiamo commissionato all’Università di Udine, ha dato buoni risultati nei confronti del possibile successo di mercato».

Per il Refosco di Faedis si tratta di un cambiamento importante. Questa nuova denominazione sostituirà l’attuale più “anonima” di Refosco nostrano Doc, utilizzata in 5 comuni a nord di Cividale del Friuli: Torreano, Faedis, Attimis, Nimis e Tarcento.

Il Consorzio della “nuova” doc Friuli Colli Orientali, dunque, dovrà provvedere a tutelare a promuovere tre Docg: Ramandolo, Picolit e Rosazzo e cinque Sottozone (Cialla, Schioppettino di Prepotto, Refosco di Faedis, Ribolla gialla di Rosazzo e Pignolo di Rosazzo), oltre a tutti gli altri vini “storici” del Parco della Vite e del Vino. 

 

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy