images/logo/qb/logo.jpg

Ma il castagnola fizz si può bere anche in Quaresima?

Scritto da Fabiana Romanutti il

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00

Antonio Tittoni bartenderAntonio Tittoni bartender

Antonio Tittoni, proprietario e bar manager del The Wanderer e del Depero Club di Rieti ci propone un drink particolare, ispirato alla castagnola fritta,  composta da uova, farina, zucchero e burro, spesso farcita con crema, zucchero a velo o alchermes. Utilizza il Seven Hills Gin, con note di melograno e camomilla romana bilanciati perfettamente nei suoi 43 gradi alcolici, con la freschezza di sedano, carciofo, rosa canina, ginepro e arancia rossa per un gin orgogliosamente italiano. 

INGREDIENTI


45 ml Seven Hills Italian Dry Gin
15 ml Alchermes Pallini
10 ml bitter
Fill di acqua tonica
Spuma homemade di castagnole e Gosling's Black Seal Bermuda Rum 

 

drink CASTAGNOLA FIZZ drink CASTAGNOLA FIZZ

Preparazione 

Il drink si prepara con la tecnica build

Versare in un bicchiere Collins il Seven Hills Italian Dry Gin, l'Alchermes Pallini, il bitter, del ghiaccio e colmare con acqua tonica fino a un centimetro dall’orlo del bicchiere, quindi riempire il resto con una foam, una spuma di castagnole e rum.

Per la preparazione homemade della spuma di castagnole: sciogliere 500 grammi di zucchero in 300 ml di acqua calda. Nel frattrempo  mettere a bagno in acqua fredda 8 grammi di gelatina in fogli. Una volta sciolto lo zucchero nell’acqua, frullare all’interno dello sciroppo 5 o 6 castagnole e, raggiunto un composto omogeneo, filtrare con superbag, scaldare il composto, strizzare la gelatina in fogli e scioglierla all’interno dello sciroppo di castagnole. Aaggiungere 60 ml circa di Gosling's Black Seal Bermuda Rum e 150 grammi di albume d’uovo.

Versare tutto in un sifone per panna e caricare con due cartucce di N2O, agitare e fare riposare per almeno 2 ore in frigo.

Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Pubblicato nella rubrica Drink

Stampa questo articolo