cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Crescono i vini bianchi della Riviera friulana

Crescono i vini bianchi della Riviera friulana. La “Selezione di Aquileia” segnala una sempre maggiore aderenza dei produttori alle esigenze del mercato. Tra i rossi, primeggia il Refosco. Giovedì 25 agosto 2016, nella barricaia della Tenuta Ca’ Vescovo a Terzo di Aquileia, si è svolta la cerimonia di consegna dei riconoscimenti relativi alla 55^ edizione della Selezione del Vino di Aquileia e della Riviera Friulana, che premia i migliori vini delle zone Doc Friuli Aquileia, Friuli Latisana e Friuli Annia, divisi in 8 categorie. Con la regia del presidente del Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Aquileia, Marco Rabino, sono stati premiati i produttori che hanno ottenuto i massimi punteggi nelle diverse categorie: 3 per i vini bianchi, 1 per i vini spumanti o frizzanti, 3 per i rossi, 1 per i dolci.

Nella foto di Claudio Fabbro da sx a dx: Cristiano Shaurli (Assessore regionale risorse agricole e forestali), Evio Cadorin (Le Favole), Luca Marcolini (Valpanera), Francesco Tarlao (Az. Tarlao), Paolo Gerion (Az. Gerion), Gabriele Carboni (Tenuta Ca’ Bolani), Giorgio Bertossi (Mulino delle Tolle), Michele Tibald (Sindaco Terzo di Aquileia), Marco Rabino (Dir. Tenuta Ca’ Bolani e Pres. Cons. DOC Aquileia).

I vincitori 2016
- Categoria A – Friulano
Doc Friuli Annia 2015 – Le Favole – Carlino.
- Categoria B - Vini bianchi fermi
Chardonnay Doc Friuli Aquileia 2015 – Mulino delle Tolle – Bagnaria Arsa.
- Categoria C - Vini bianchi aromatici
Traminer aromatico Doc Friuli Aquileia 2015 – Mulino delle Tolle – Bagnaria Arsa.
- Categoria D - Vini bianchi dolci
Verduzzo friulano Doc Friuli Aquileia 2013 –Valpanera – Villa Vicentina.
- Categoria E - Vini bianchi frizzanti o spumanti
Prosecco Doc Spumante – Le Favole – Carlino.
- Categoria F - Cabernet franc
Doc Friuli Aquileia 2014 – Tenuta Ca’ Bolani – Cervignano del Friuli.
- Categoria G - Vini rossi (Merlot, Cabernet sauvignon, Rosso)
Merlot Igt Venezia Giulia 2015 – Gerion – Terzo d’Aquileia.
- Categoria H - Refosco dal peduncolo rosso
“Mosaic Ros” Doc Friuli Aquileia 2012 – Tarlao – Aquileia.

Premio “Marco Gottardo”
Il premio speciale per la miglior azienda, dedicato a Marco Gottardo (scomparso prematuramente nel 2015, ex consigliere del Consorzio Doc Friuli Aquileia), è stato assegnato all’azienda con il miglior punteggio medio: Mulino delle Tolle di Bagnaria Arsa.
Il presidente Rabino ha espresso soddisfazione per i risultati ottenuti, che riflettono un aumento della qualità della produzione diffusa in tutta l’area di competenza delle zone a Doc della Riviera Friulana, e ha aggiunto: «La percentuale di vini bianchi in degustazione ha raggiunto il 65% e tra questi, il 18% sono frizzanti e spumanti, in linea con le attuali tendenze del mercato. Molto bene le varietà aromatiche: Sauvignon in primis e poi Traminer la cui coltivazione, nella Riviera Friulana, ha una lunga storia. Sul totale dei vini rossi degustati il Refosco dal peduncolo rosso ha raggiunto il 35%, a conferma della forte vocazione del territorio per questa varietà. Bene il Merlot che, tra i vitigni “internazionali”, si conferma il più gettonato».
Tutti i vini che hanno superato la soglia degli 80/100 nel corso della Selezione –  tenutasi presso l’Hotel-Ristorante Patriarchi di Aquileia, il 19 maggio scorso, e alla quale hanno preso parte oltre 50 tecnici degustatori –  rappresenteranno i 3 Consorzi di Tutela nei prossimi eventi promozionali. Nello specifico, sono stati selezionati 110 vini: 9 spumati/frizzanti, 54 bianchi, 42 rossi e 5 dolci.
A fine serata, i numerosi intervenuti hanno avuto la possibilità di degustare i vini vincitori della 55° edizione della Selezione enoica, accompagnati da prodotti tipici regionali.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.