cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1183

Comunicato della Slovenia sulla querelle Terrano Teran

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Pubblichiamo il comunicato stampa dell’incontro sul tema della protezione transfrontaliera del Terrano, che si è tenuto a Trieste 8.01.2016.

Fonte della notizia il Ministero dell’agricoltura della Slovenia da cui sono prese anche le immagini.

il Segretario Nazionale sloveno del Ministero dell'agricoltura, Tanja Strniša, ha partecipato a Trieste alla riunione sul tema della protezione transfrontaliera del Terrano. L'incontro era stato programmato dopo l’accordo stabilito tra il Ministro sloveno dell’agricoltura Dejan Židan e il suo collega Ministro italiano Maurizio Martine il 16 novembre 2015, quando la Slovenia e l'Italia si sono detti d'accordo sulla protezione transfrontaliera del Terrano. Anche allora hanno convenuto che la denominazione Teran  può essere usata  dalle varietà di uve Refosco prodotte nella zona del Carso.

L'incontro è stato il primo passo per l'espansione delle denominazioni di origine protette di Terrano sull'area transfrontaliera del Carso, in quanto tutti i presenti hanno appoggiato all'unanimità la proposta di ampliamento della DOC. Questo contribuirà alla promozione del territorio, al mantenimento della tradizione della produzione e al rafforzamento dell'identità comune della popolazione.

Un ruolo molto importante avrano i produttori su entrambi i lati del confine. Entrambe le parti hanno convenuto che il vino Terrano viene prodotto dalla stessa varietà e nella zona di coltivazione con le stesse caratteristiche che danno al Terrano la sua tipicità, ed è per questo che è giustificata l'espansione della denominazione di produzione a tutto l'altopiano carsico. L'obiettivo è, che entro la fine di quest'anno, si svolgano tutte le procedure necessarie a livello nazionale in Slovenia e Italia, per la presentazione di una domanda congiunta alla Commissione europea.

Il Segretario Nazionale ha concluso l’incontro, a cui hanno partecipato rappresentanti dei due Ministeri e della Regione Friuli Venezia Giulia e rappresentanti dei produttori del Carso sloveno e italiano, con le seguenti parole: "Credo che questo progetto sarà un esempio di buona collaborazione tra i due paesi vicini, a beneficio di persone su entrambi i lati del confine”.

Potrebbe interessarti anche Doc transfrontaliera in vista per il Terrano

Compromesso transfrontaliero sul Terrano

Il Terrano sarà solo sloveno?

Terrano e doc transfrontaliera: quinta puntata


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata