cibo, vino e quantobasta per essere felici

Collio nel nome della sostenibilità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Consorzio di Tutela Vini Collio: una giornata nel segno della sostenibilità. 10 luglio – Villa Russiz – Capriva del Friuli (GO) dalle 16 alle 19. Incontri, approfondimenti e dibattiti per analizzare con esperti del settore una tematica cruciale ed attuale come la salvaguardia dell’ambiente in ambito vitivinicolo. Dalle analisi dei trend di consumo dei vini sostenibili, alla certificazione SQNPI, che identifica prodotti conformi a una produzione integrata; dallo standard Equalitas – Vino Sostenibile alle azioni concrete da adottare in vigna; del progetto italo-sloveno Susgrape, che promuove l’adozione delle ICT nella gestione della vigna per un minore impatto ambientale, e del progetto Cantina 4.0 che punta a introdurre i principi dell’Industria 4.0 nel settore vinicolo. Per informazioni e il programma dettagliato: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Appunti di programma

Introduzione: Prof. Marangon Francesco
1° intervento: dott. Pantini | Interesse e comportamenti di acquisto dei consumatori verso i vini sostenibili in Italia e USA.
2° intervento: dott. Fontanive dott.ssa Baglivo | La certificazione SQNPI
3° intervento: dott. Stefanucci | Equalitas, la sostenibilità secondo i produttori
4° intervento: dott.ssa Maria Dei Svaldi – Professor Ettore Capri | Marchio VIVA - Sostenibilità in viticoltura: azioni concrete ed innovazione – prof. Ettore Capri - I progetti territoriali di viticoltura sostenibile –arch. Maria Dei Svaldi

5° intervento: dott. Scandella Denis – dott. Longobardi Federico | Il progetto Susgrape in Collio
6° intervento: dott.ssa Laura Citossi | Cantina 4.0: l’innovazione dell’industria 4.0 e le principali opportunità di Finanza Agevolata per le Aziende Vitivinicole

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.