fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Chiedilo a qb

Chi è il nuovo presidente delle Città del Vino?

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Angelo RadicaAngelo Radica

Nominato oggi a Barolo il nuovo presidente delle Città del Vino, contestualmente al passaggio di testimone che ha indicato in Duino Aurisina la Città del Vino 2022. Dal 2022 sarà Angelo Radica, sindaco di Tollo (Chieti) a guidare l'associazione per tre anni, nelle nuove sfide dei 460 Comuni a vocazione vitivinicola; per lo sviluppo enoturistico del Belpaese, delle buone pratiche di gestione ambientale, della sostenibilità e della transizione digitale. 

Rinnoviamo i complimenti di qb alla prestigiosa nomina di Duino Aurisina 

Il Presidente uscente Floriano Zambon passa alla guida del comitato tecnico scientifico.

“Ringrazio le Città del Vino e il Presidente Floriano Zambon che ha fatto in questi anni un eccezionale lavoro di recupero della presenza delle Città del Vino sui tavoli istituzionali e ha favorito nuove importanti iniziative – ha dichiarato il neo presidente Angelo Radica - come il Patto di Spello, la vendemmia enoturistica, la difesa dei suoli agricoli dalle aggressioni di piani sconsiderati sulle pale eoliche e il fotovoltaico. È stato protagonista di una riorganizzazione interna e della capacità d’intercettare risorse, per esempio sui progetti Erasmus e sulla candidatura del paesaggio vitato del Sannio a Patrimonio Unesco. Intendo continuare su questa strada – ha sottolineato Radica - rafforzando le iniziative storiche come i Piani Regolatori delle Città del Vino, Calici di Stelle, il concorso enologico, ma anche potenziare la nostra organizzazione sui territori e la presenza sui tavoli istituzionali. Città del Vino sarà sempre più un sindacato dei Comuni e dei territori del vino”.

La nuova fase di Città del Vino prevede la formazione di un nuovo gruppo dirigente all’interno del comitato tecnico scientifico che sarà guidato da Floriano Zambon, un mix di esperienza con innesti importanti di giovani amministratori e amministratrici dei Comuni e dei territori. Saranno individuate altresì alcune aree di lavoro (es. energie alternative, territorio, promozione, ricerca) affidate ad alcuni consiglieri nazionali, che si raccorderanno con la dirigenza di Città del Vino, con i coordinamenti regionali e con la rete degli Ambasciatori delle Città del Vino, di cui è diventato Presidente il trentino Carlo Rossi, ex sindaco di Isera (Tn).


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata