cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Cantina Terlano e Cantina Tramin Migliori Cooperative d’Italia per Weinwirtschaft

da sin.: Alex Ferrigato (Cantina Schreckbichl), Klaus Andergassen (Cantina Terlano), Hermann Pilz (casa editrice Meininger) e Willi Stürz (Cantina Tramin)da sin.: Alex Ferrigato (Cantina Schreckbichl), Klaus Andergassen (Cantina Terlano), Hermann Pilz (casa editrice Meininger) e Willi Stürz (Cantina Tramin)

Ogni anno la prestigiosa rivista enologica tedesca Weinwirtschaft sottopone le cooperative vitivinicole italiane a un severo test comparativo riguardante la qualità produttiva. Per il 2019 sono due le cantine che condividono il gradino più alto del podio: Cantina Terlano e Cantina Tramin. Le due realtà vitivinicole altoatesine hanno ottenuto un punteggio finale che sfiora i 90 punti e sono state elette “Migliori Cooperative d’Italia”.

L’Alto Adige ha da sempre dimostrato la forza delle sue cantine cooperative e ha dominato la classifica nel corso di numerose edizioni. Ciò è dovuto al fatto che, a partire dalla metà degli anni ’80, questa piccola regione vinicola ha visto una profonda trasformazione “dalla quantità alla qualità” che ha reso le cantine cooperative altoatesine delle vere e proprie percorritrici in Italia. Hermann Pilz, caporedattore di “Weinwirtschaft”, dà ulteriore valore al percorso intrapreso dalle cantine altoatesine, affermando che “Il livello qualitativo delle cooperative vitivinicole in Alto Adige è mediamente più alto rispetto a quello di altre regioni”.

L’eccellenza altoatesina: 6 vini oltre i 90 punti

La classifica del 2019 vede Cantina Terlano e Cantina Tramin aggiudicarsi a pari merito il titolo di “Miglior Cooperativa d’Italia” con un punteggio totale di 89,6 punti su 100, in una competizione che ha coinvolto 40 cooperative vitivinicole connazionali. In totale sono sei i vini delle due cantine vincitrici che hanno ottenuto più di 90 punti: quattro di Cantina Tramin (“Epokale”, “Terminum”, “Troy”, “Stoan”) e due di Cantina Terlano (“Nova Domus”, “Winkl”). Il punteggio finale ottenuto è una media data dalle valutazioni dei vini di punta delle cantine e dal voto di due vini di “primo prezzo”.
“Cantina Terlano e Cantina Tramin gareggiano da anni in un’unica lega, portando avanti un avvincente testa a testa per aggiudicarsi il primo posto”,

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni