cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Bufalini VS Azienda Agricola Morone

da Sx Marco Funaro, Giovanni Morone, Marco Carosellida Sx Marco Funaro, Giovanni Morone, Marco Caroselli

Sono pazzi, folli, energici, qualitativamente eccellenti, estremamente curati nei particolari, destabilizzanti per la loro simpatia, confortati da una qualità presente quasi al limite dell’imbarazzo, vista la giovane età di entrambi i soci.

Marco Caroselli e Marco Funaro, fondatori dei Bufalini, hanno reso questo angolo di Cilento con piccole deviazioni sempre nella regione campana, un must nella capitale. Approfittando di un evento, la presentazione della Cantina Morone e dei suoi vini in abbinamento alle chicche gastronomiche dei Bufalini, tagliere di formaggi e salumi Cilentani, venerdì il mio gusto ha fatto la giravolta e ringraziato.

Tutto notevole per qualità e tradizione, il tagliere era così composto: Ricottina di bufala, Ovoline di bufala campana Dop, Caciocchiato Irpino, Fomaggio di bufala, per il tris di salumi Cilentani: Salame di Gioi Cilento, Soppressata Cilentana di bufala, Ogliastro piccante di bufalo. La battaglia del gusto ha presentato sul “ring” enoico Giovanni Morone, medico fisiatra e ricercatore presso l’importante centro di ricerca e cura Fondazione Santa Lucia di Roma. Nell’azienda si occupa della commercializzazione e dei rapporti con le università di Enologia.

Giovanni Morone Giovanni Morone

Con i suoi vini e la sua simpatia ha reso l’accostamento, guerra, combattimento: una gioia. A presentare i tre vini in programma Fabrizio Vicari di GustoVino e lo stesso produttore. Racconto entusiasta di questo evento, perché ai Bufalini non solo trovi la qualità, ma ci si sente a casa. Il clima che si respira, all’interno del Gastro/Bistrò non è facile da trovare. Goliardico, affabile, genuino. I calici degustati si sono rivelati una piacevole sorpresa. La cantina Morone è situata nel borgo medievale di Guardia Sanframondi. In un territorio quasi intatto. La cantina nasce dalla voglia di portare avanti un progetto innovativo, con uno sguardo sempre attento alle radici ben salde della tradizione, caratteristiche di questo territorio. Le viti considerate e  rispettate al pari degli esseri viventi vengono chiamate dall’ottantenne nonna “Le mie creature”. Famiglia composta da Pasquale, vignaiolo attento e padre di Eleonora e Giovanni, la nuova generazione che ha dato spinta al progetto imprenditoriale. L’enologa Annamaria Della Porta, di scuola toscana con un passato trascorso presso la cantine Frescobaldi e con “il Borro” dei Ferragamo. Lei ha voluto scegliere le macchine più idonee e la conformazione migliore della cantina. La loro filosofia si basa sul pieno rispetto dell’ambiente, l’utilizzo del fotovoltaico per l’80% del fabbisogno, impiego moderato ed oculato dei legni, solo ad uso di migliorare e non di coprire le potenzialità dei vini autoctoni del territorio. Uve provenienti esclusivamente da vigne di proprietà. Assenza di antiparassitari, sistemici, diserbanti ed essenza di concimazione chimica. Conversione al biologico, il prossimo anno riceveranno la certificazione. L’utilizzo dei tappi della ditta Amorin, che prosegue la politica di sostenibilità per l’ambiente. Limitato uso di solfiti e lieviti.

Albanora- 100% Falanghina del Sannio DOP. Cantina MoroneAlbanora- 100% Falanghina del Sannio DOP. Cantina Morone

La scelta di produrre 6 differenti etichette per le corrispondenti 6 vigne, credendo fortemente ( andando incontro a costi più elevati e maggiore lavoro) alla personalità che il territorio rilasci nei differenti cru in relazione alla tipologia dell’uva. I Vini degustati Albanora – Falanghina del Sannio DOP 2011 14% Vol.Pigiatura soffice e la trasformazione dei mosti in vino a basse temperature al fine di preservarne i profumi. Vino degno di nota. Merito il suo, di aver catturato l’attenzione, colore giallo paglierino intenso tendente all’oro, scivola delicatamente nel bicchiere, lasciando intravedere un gran corpo, profumi vegetali , fruttati e floreali, ginestra in primis al naso risalta, per rilasciare note dolciastre di miele nel finale. Il minerale presente, viene confermato dalla sapidità nel palato, reso interessante da una freschezza che prosegue, ed equilibrato da una morbidezza che avvolge il cavo orale. Il finale risulta lungo e persistente. Trovo questo vino estremamente interessante e ben fatto. Prodotte 3000 bottiglie.

Mariposa- 100% Fiano del Sannio DOP- Cantina MoroneMariposa- 100% Fiano del Sannio DOP- Cantina Morone

Secondo calice in programma Mariposa – Sannio Fiano DOP 2011- 13,5% Vol. Diraspatura del grappolo, pressatura soffice e controllo delle temperature esaltano le potenzialità della vitigno e del terroir. Di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, al naso si presente intenso. Intensi profumi di frutta a polpa bianca croccante e note agrumate che insieme alle note tostate di frutta secca alla prima olfazione predominano, grande struttura, il vegetale con sentori erbacei e floreali timidamente fanno capolino. Al palato conferma la grande struttura avvolgendolo e proseguendo con un finale di gradevole persistenza.

Fiori di Galano: 100% Sannio Piedirosso Dop- Cantina MoroneFiori di Galano: 100% Sannio Piedirosso Dop- Cantina Morone

Terzo vino in programma : Fiori di Galano – Sannio Piedirosso DOP 2011- 14% Vol. Macerazione con bucce e malolattica in fermentini in acciaio. Maturazione, parte in acciaio e parte in legno. Nel bicchiere il rosso rubino rivela un unghia vioalcea, vinoso all’olfatto ancora acerbo nei toni, note di frutta croccante rossa come ciliegia e frutti di bosco. Al gusto si presenta giovane, anche se abbastanza equilibrato e con un corpo non prepotente, scivola nel bicchiere rapido facendo intravedere un vino abbastanza morbido, conferma data poco dopo dal palato, che rileva anche un finale abbastanza lungo con una giusta persistenza.

Marco Funaro e Marco Caroselli I BufaliniMarco Funaro e Marco Caroselli I Bufalini

Detto questo  non resta che aspettare il  prossimo  appuntamento ai Bufalini..

I Bufalini
Piazza Pietro Merolli 52/53
00151-Roma
Tel 06 97276122

Azienda Agricola  Morone
Guardia Saframondi – BN – Italy
tel/fax 0824 86 43 40
mobile 349 636 56 02
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)