cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Birra e cioccolato

UNA BEVANDA SACRA PER IL CIBO DEGLI DEI

A molti potrebbe sembrare un azzardo se non proprio una follia, però l’abbinamento del cioccolato con la birra sempre più spesso stupisce ed appassiona.

La birra è una bevanda antichissima. E’ del 3700 a. C. circa la tavoletta d’argilla sumera che rappresenta la prima testimonianza scritta sulla birra come dono agli dei. Anche il cioccolato ha origini lontane. Furono i Maya ad avviare la prima piantagione di fave di cacao intorno al 600 a. C.  mentre gli Aztechi le diffusero in tutto il Centro-America. Entrambi i popoli consideravano il cioccolato, inizialmente consumato liquido, un regalo degli dei e ritenevano avesse proprietà meravigliose, addirittura magiche.

Oggi noi possiamo disporre di svariati tipi di birre e di tanti tipi di cioccolato ed agli appassionati viene naturale pensare ad un abbinamento. Innanzitutto perché possiedono sentori comuni: il dolce e l’amaro, il tostato,

il piccante. Poi perché in diverse birre si ritrova l’aroma del cioccolato. Le Porter e le Stout di origine inglese che utilizzano orzo scuro torrefatto hanno sapori intensi sul caffè e tostato che bene si accostano a quasi tutte le tipologie di cioccolato.

 

Le robuste Bock tedesche apportano sovente un aroma biscottato che gradisce la dolcezza del cacao. Ci si meraviglia veramente però di fronte ad un binomio tutto belga accostando due famosi prodotti del piccolo paese del Nord-Europa. Gustare le diverse praline con le birre scure trappiste (prodotte dai monaci) o d’abbazia è così piacevole che da un lato i birrai hanno inserito il cioccolato tra i loro ingredienti e dall’altro i maitres chocolatie stanno regolarmente preparando cioccolatini alla birra. Le grandi ales scure belghe offrono sensazioni fruttate e speziate oltre che di caffè e torrefatto ottime per l’abbinamento. Spesso la birra viene aromatizzata con peperoncino, cannella, noce moscata, chiodi di garofano, ingredienti che si ritrovano anche nel cioccolato.

Alcuni suggerimenti

-          Porter, Stout ed Imperial Stout per cioccolato extra fondente, alle mandorle e classica torta al cioccolato

-          Weizen e Blanche di frumento per cioccolato bianco, gianduia ed agrumi

-          Trappiste e Strong ales belghe con cioccolato alla nocciola, fondente, alla cannella, alla liquerizia

-          Bock e Doppelbock con cioccolato al latte, alla nocciola e biscotti

-          Kriek (alla ciliegia) con cioccolato bianco

Esistono quindi anche alcune birre veramente prodotte con cioccolato. In una Bitter Chocolate Imperial Stout viene usato del cacao fondente che conferisce un amaro diverso, ma che ben si fonde con quello del luppolo. Nella Mocha Brown Ale polvere di cacao e chicchi di caffè. Nella White Chocolate Pale Ale il cioccolato bianco. In una Dunkel bavarese ci può finire della crema di cioccolato mentre in una Milk Merzen del cioccolato bianco e dello sciroppo al cioccolato.

Come si vede non esistono grandi limiti, i confini non sono così invallicabili … e poi due alimenti così buoni insieme non possono che dare un risultato divino.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni