cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Batte per Andre il cuore ventenne di Cittavecchia

Parte dello staff di Birrificio CittavecchiaParte dello staff di Birrificio Cittavecchia

AILI. Per presentarveli parafrasiamo il nome della loro ultima creazione: Aila, in triestino “guardala, eccola”, la birra triestina patoca, cioè autentica, creata in occasione del ventesimo compleanno di Cittavecchia, lo storico birrificio artigianale di Trieste. È una Golden Ale proposta in formato 25 cl – novità assoluta in questo segmento del mercato in Italia. Áili vuol dire “Eccoli!” Sullo sfondo Portopiccolo dove si è svolta recentemente la presentazionedelle novità del ventesimo compleanno. Sono da sx: Michele, Federica, Giulio, Mara e Filippo, alcuni dei protagonisti del Birrificio, uno dei più antichi della regione FVG, sempre evergreen grazie alle innovazioni capaci di rispondere o anticipare le richieste del mercato. Guardate le nuove etichette e come sono state ripensate e riviste. Parlano da sole di un grande legame col territorio, di un sottile filo di ironia che contraddistingue il loro lavoro amato appassionatamente. Partiamo dai nomi e dalla birra a cui loro tengono maggiormente: ANDRE. Una English Ipa (India Pale Ale) una grande birra artigianale e quindi, come tutte le produzioni del birrificio, non filtrata né pastorizzata. È una birra del cuore perché realizzata con finalità di inclusione sociale in collaborazione con Andrea e Franco Antonello, Presidente quest'ultimo dell’Associazione  “I Bambini delle Fate”;  persone speciali come sono speciali i progetti sull’autismo, in particolare, che portano avanti in tutta Italia.

Articolo completo sul mensile cartaceo qbquantobasta di luglio. La versione digitale si può acquistare e scaricare dal nostro shop

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni