cibo, vino e quantobasta per essere felici

Batte per Andre il cuore ventenne di Cittavecchia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Parte dello staff di Birrificio CittavecchiaParte dello staff di Birrificio Cittavecchia

AILI. Per presentarveli parafrasiamo il nome della loro ultima creazione: Aila, in triestino “guardala, eccola”, la birra triestina patoca, cioè autentica, creata in occasione del ventesimo compleanno di Cittavecchia, lo storico birrificio artigianale di Trieste. È una Golden Ale proposta in formato 25 cl – novità assoluta in questo segmento del mercato in Italia. Áili vuol dire “Eccoli!” Sullo sfondo Portopiccolo dove si è svolta recentemente la presentazionedelle novità del ventesimo compleanno. Sono da sx: Michele, Federica, Giulio, Mara e Filippo, alcuni dei protagonisti del Birrificio, uno dei più antichi della regione FVG, sempre evergreen grazie alle innovazioni capaci di rispondere o anticipare le richieste del mercato. Guardate le nuove etichette e come sono state ripensate e riviste. Parlano da sole di un grande legame col territorio, di un sottile filo di ironia che contraddistingue il loro lavoro amato appassionatamente. Partiamo dai nomi e dalla birra a cui loro tengono maggiormente: ANDRE. Una English Ipa (India Pale Ale) una grande birra artigianale e quindi, come tutte le produzioni del birrificio, non filtrata né pastorizzata. È una birra del cuore perché realizzata con finalità di inclusione sociale in collaborazione con Andrea e Franco Antonello, Presidente quest'ultimo dell’Associazione  “I Bambini delle Fate”;  persone speciali come sono speciali i progetti sull’autismo, in particolare, che portano avanti in tutta Italia.

Articolo completo sul mensile cartaceo qbquantobasta di luglio. La versione digitale si può acquistare e scaricare dal nostro shop

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.