cibo, vino e quantobasta per essere felici

Amici birrofili Teo Musso arriva a Pordenone

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Birra e filiera italiana. Nuove tendenze del mercato brassicolo. Ne parlerà a Pordenone venerdì 17 maggio 2019 il massimo esponente italiano nel mondo della birra, padre della birra artigianale italiana, Teo Musso. Appuntamento al Palagurmè di via Nuova Corva 80 alle 11. Noi di qb saremo presenti per un sontuoso report ai nostri lettori. 

Teo Musso e il movimento artigianale italiano. Classe 64, Teo Musso cresce nella campagna cuneese di Piozzo, dove vigneti erano di famiglia. La sua scelta però è stata la birra, mostrandosi fin da giovanissimo uno sperimentatore. Le molteplici e poliedriche esperienze di vita, tra cui anche un periodo a seguito di un circo itinerante, sono alla base del suo approccio creativo alla produzione artigianale della birra. Le Baladin (in francese, il cantastorie) è il nome che nel 1986 viene dato alla birreria di Piozzo dove tutto nasce: una passione personale a cui si aggiunge la conoscenza specifica e tecnica acquisita in Belgio, l’amore incondizionato per la propria terra e l’estro personale in continua evoluzione. Basti pensare che nel 2000 avvia la produzione di birra con l’installazione di grosse cuffie applicate a un fermentatore per allietare i lieviti con selezioni musicali e che attualmente sta curando con il dott. Durcio Cavalieri la mappatura di lieviti naturali italiani. 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.