cibo, vino e quantobasta per essere felici

Al lavoro dal 13 maggio le commissioni a Buttrio

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

foto bluefotofoto bluefoto

Manca un mese alla Fiera Regionale dei Vini di Buttrio, la più antica d'Italia, che si terrà dal 6 al 9 giugno 2019 nella Villa di Toppo-Florio sui Colli Orientali del Friuli. Ma la “macchina” organizzativa della Pro Loco Buri è già partita e soprattutto è in piena operatività quella legata ai vini autoctoni che caratterizzano la manifestazione, grazie alla sinergia consolidata (giunta ormai all'ottava edizione) con la Guida ViniBuoni d'Italia del Touring Club Italiano. Dal 13 maggio i commissari saranno in Villa  a Buttrio a degustare i vini autoctoni del Friuli Venezia Giulia per scegliere i migliori da inserire nell'edizione 2020 della Guida. “I lavori delle commissioni interesseranno 650 vini della regione, i vini saranno degustati in forma anonima. I lavori delle commissioni proseguiranno fino quasi ai giorni di svolgimento della Fiera Regionale dei Vini, visto che proprio a giugno saranno valutati gli ultimi vini rossi. Pro Loco e Guida cureranno insieme le due enoteche della Fiera aperte al pubblico che potrà scegliere in una i vini autoctoni del Friuli Venezia Giulia e nell'altra i vini autoctoni del resto d'Italia selezionati nella Guida ViniBuoni d'Italia. “Proporremo al pubblico – conclude il direttore della guida – 160 vini per un viaggio enoico che toccherà tutte le regioni d'Italia con una sezione particolare dedicata alle migliori etichette di spumanti metodo classico. Nell'enoteca del Friuli Venezia Giulia, in base allo storico degli anni passati, troveranno spazio oltre 250 etichette selezionate per l'edizione 2020 della Guida del Touring club Italiano. Tanti buoni motivi quindi per non mancare all'appuntamento di Buttrio”.

Una delle pagine che abbiamo dedicato alla Fiera sul mensile qbquantobastaUna delle pagine che abbiamo dedicato alla Fiera sul mensile qbquantobastaPer chi vorrà degustare al meglio i vini della Fiera, la Pro Loco Buri ha pensato a delle speciali offerte, che promuovono l'enoturismo. “Coloro che volessero avere un'esperienza di degustazione più ricca possibile – aggiunge il presidente della Pro Loco Buri Emilio Bardus – potranno usufruire di un braccialetto di degustazione giornaliero al costo di 20 euro che permetterà l’assaggio di un numero illimitato di vini disponibili nei due banchi mescita dell’enoteca Italia e Friuli Venezia Giulia. Il costo si ridurrà a 15 euro per i soci delle Pro Loco, Fis, Onav, Assoenologi, Ais, Slow Food e membri della Despar Tribù che presenteranno la tessera o l’appDespar. Non solo: in questi giorni di avvicinamento alla Fiera Regionale dei Vini si potrà anche prenotare online, con lo sconto del 10%, il proprio posto a una della 6 degustazioni guidate.  Nello specifico le degustazioni in Villa di Toppo Florio riguarderanno l’8 giugno alle 11 “I volti dell’Aglianico lungo l’Appennino Campano”, alle 16.30 “Il Pinot Grigio, un grande vitigno e le sue sfumature” e alle 19 “Barolo, Il Terroir e Quattro Prestigiosi Cru del Re dei Vini. Il 9 giugno alle 11 “Sauvignon d’Italia e del Mondo. Ma il Miglior Sauvignon d’Italia parla Friulano”, alle 16.30 “Tazzelenghe… un Vitigno Friulano di Razza” e alle 19 “Miani e l’Interpretazione dei Vitigni Autoctoni Friulani”. Prenotazioni cliccando QUI. 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.