cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

SPUMANTITALIA A PESCARA

E' stata inaugurata il 18 gennaio 2019 al Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara SpumantItalia, la kermesse dedicata al panorama spumantistico italiano. La giornata è iniziata alle 10.00 con il saluto d’apertura da parte delle autorità per poi proseguire con il ricco programma di incontri e dibattiti. “Un bel momento di confronto per crescere e confrontarsi – sottolinea il presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo Valentino Di Campli – che ha sollevato l’interesse dell’intero mondo produttivo nazionale. Averlo proposto per la prima volta in Abruzzo ci riempie di soddisfazione”. Alle 10.30 si è svolta nella Sala Favetta la degustazione “Spumante Italia Autoctono”, guidata dall’enologo Riccardo Cotarella e da Andrea Zanfi.

Alle 10.30 ha avuto luogo il primo seminario della giornata dal titolo “L’unicità del sistema spumantistico italiano” col tutor Stanislao Liberato e i relatori Franco Adami (Presidente Adami Spumanti), Mauro Catena (Dottore Agronomo ed enologo), Riccardo Cotarella (enologo e imprenditore), Federico Latteri (esperto, settore vino, della rivista online Cronache di Gusto), Rocco Lettieri (giornalista pubblicista, socio freelance International Press e socio F.I.J.E.V.), Riccardo Margheri (sommelier AIS e FISAR di lungo corso, assaggiatore e docente ONAV, Slow Food e FISAR), Carlo Alberto Panont (Direttore Consorzio Garda DOC), Giulio Somma (Direttore Corriere Vinicolo) e Mattia Vezzola (enologo e capostipite dei vini Costaripa).
Alle 11.30 è stata la volta del secondo seminario, titolato “Alla ricerca di un linguaggio comune”, con il tutor Riccardo Gabriele e i relatori Silvana Ballotta (esperta di made in Italy, economia e marketing), Carlo Carnevale (giornalista per Beverfood.com), Riccardo Cotarella (enologo e imprenditore), Giulia Di Sipio (Azienda Nicola di Sipio), Riccardo Gabriele (giornalista professionista), Carlo Alberto Panont (Direttore Consorzio Garda DOC) e Mattia Vezzola (enologo).
Alle 14.30si è svolto  il seminario “Gli Spumanti italiani: un consumo in aumento dettato dall’evoluzione del gusto? Dall’originalità dei vitigni autoctoni? Dagli aspetti pedoclimatici dei nostri areali produttivi? Con il tutor Stefano Cosma e i relatori Franco Adami (Presidente Adami Spumanti), Federico Latteri (esperto, settore vino, della rivista online Cronache di Gusto), Mattia Vezzola (capostipite dei vini Costaripa) e Giordano Zinzani (enologo, dal 2008 Presidente Consorzio Vini di Romagna, vice-Presidente Enoteca Regionale dell’Emila Romagna).


Si è svolto alle 16.00 il quarto seminario della giornata  “SpumantItalia fra marketing, mercati interni e mercati internazionali”, col tutor Silvana Ballotta e relatori Ermi Bagni (Direttore Consorzio di Tutela dei Lambruschi, Direttore Consorzio Tutela Vini Emilia, Direttore Palatipico Modena), ), Francesco D’Agostino (Direttore responsabile rivista Cucina&Vini e curatore Sparkle, guida ai migliori spumanti italiani), Riccardo Gabriele (giornalista professionista), Francesco Moneta (fondatore di The Round Table), Carlo Alberto Panont (Direttore Consorzio Garda DOC), Nicole Poggi (consulente di branding per il vino), Giulio Somma (Direttore Corriere Vinicolo), Chiara Tomasi (Marketing Manager Arconvert Spa) e Mario Di Paolo e Mattia Vezzola (enologo e capostipite dei vini Costaripa).
Chiuderà la giornata l’originale concorso “Spriz contro tutti” in cui i dieci migliori bartender d’Italia si confronteranno sull’aperitivo più diffuso al mondo.
La giornata di sabato 19 gennaio inizierà col seminario “I vitigni autoctoni nel futuro del sistema spumantistico italiano”, alle 09.30, con il tutor Andrea Zanfi e i relatori Franco Adami (Presidente Adami Spumanti), Gianluca Bisol (Presidente Azienda Bisol), Stefano Cosma (giornalista esperto di storia locale, cultura ed enogastronomia), Lorenzo Colombo (Maestro Assaggiatore e docente ONAV), Riccardo Cotarella (enologo e imprenditore), Federico Latteri (esperto, settore vino, della rivista online Cronache di Gusto), Luigi Orsolani (Presidente Cantina Orsolani), Pasquale Porcelli (pubblicista e scrittore, consigliere nazionale ONAV) e Gianluca Viberti (viticoltore ed enologo).
L’ultimo seminario avrà luogo alle 11.00:  titolo “Bollicine e biotecnologie: ripensare vigna e cantina” col tutor Giacomo Mela e i relatori Gianluca Bisol (Presidente Azienda Bisol) e Pasquale Porcelli (pubblicista e scrittore, consigliere nazionale ONAV).

La giornata proseguirà col banco d’assaggio, dalle 14.30 alle 21.00, aperta al pubblico pagante, con la presenza di oltre 50 etichette. 

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni