cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Collio Friulano Russiz superiore fra i 100 migliori vini al mondo

CLASSIFICA 2018 WINE ENTHUSIAST:  IL COLLIO FRIULANO 2016 RUSSIZ SUPERIORE TRA I 100 MIGLIORI VINI AL MONDO. Unica produzione della regione Friuli Venezia Giulia a comparire nella classifica. I redattori della prestigiosa rivista, una delle più autorevoli del settore, lo hanno selezionato tra le oltre 20.000 etichette provenienti da tutto il mondo, decretando questo vino del Collio uno dei Top mondiali dell’anno. Una grande soddisfazione per Roberto Felluga che con questa annata, già Tre Bicchieri Gambero Rosso, racconta di un territorio irripetibile dalle caratteristiche pedoclimatiche uniche. Un risultato incredibile che premia non solo il Collio Friulano Russiz Superiore, ma la filosofia e l’intero sistema di produzione e di ricerca che si è sviluppato e consolidato negli ultimi anni, afferma Roberto Felluga. Questo è un riconoscimento che voglio condividere innanzitutto con mio padre, che nel tempo ha saputo individuare importanti selezioni massali di Tocai Friulano, con la mia famiglia e con tutti i miei collaboratori”. Tra le primissime zone in Italia a ottenere il riconoscimento DOC e nel 1964 a costituire un Consorzio di produttori, il Collio, dove hanno sede Russiz Superiore, a Capriva del Friuli, e Marco Felluga, a Gradisca d’Isonzo, è una denominazione fortemente vocata alla produzione dei bianchi: grazie all’unicità del suolo, caratterizzato dalla ponca (una stratificazione di marne e arenarie) e da un microclima mite, per la vicinanza del mare Adriatico, i vini si distinguono per sapidità, eleganza e mineralità.

Ottimi i punteggi raggiunti durante l’anno anche su Wine Spectator per numerosi altri vini Russiz Superiore e molti gli attestati ricevuti, come le “4 Viti” per il Collio Pinot Bianco Riserva 2015 dalla Guida Vitae 2019, il terzo posto come miglior vino d’Italia al Collio Bianco Col Disôre 2015 secondo Luca Maroni e, per la prima volta, i Tre Bicchieri Gambero Rosso al Collio Pinot Grigio Mongris Riserva 2016 Marco Felluga. Estrema qualità, valorizzazione delle specifiche caratteristiche dei vitigni, rispetto per una tradizione famigliare lunga cinque generazioni e tutela nei confronti del territorio: Russiz Superiore e Marco Felluga sono capogruppo in regione del progetto “Viva Viticoltura Sostenibile FVG”, 

Marco e Roberto FellugaMarco e Roberto Felluga

AZIENDE MARCO FELLUGA E RUSSIZ SUPERIORE - UNA VOCAZIONE PER IL VINO COLTIVATA DA GENERAZIONI

E' cominciato oltre cent’anni fa, in Istria, la terra d’origine di quella che si può considerare una vera dinastia di viticoltori,  il rapporto tra il mondo del vino e la famiglia di Roberto Felluga. Giovanni inizia a produrre vino congiuntamente all’attività di una locanda a metà del 1800. Ma è Marco, suo figlio, che imprime un’accelerazione alla produzione vitivinicola che entrerà poi nel DNA della famiglia. L’attività passerà in seguito al figlio Giovanni, trasferitosi a Grado negli anni Venti. Dopo la I guerra mondiale è sua grande intuizione, dopo aver affrontato il mercato di Grado per la vendita del Refosco e della Malvasia prodotti in Istria, di trasferirsi in Friuli. E nel Collio scopre una terra speciale, dai rilievi appena abbozzati e segnata da morbide colline: infatti, sarà una delle primissime zone in Italia d ottenere il riconoscimento DOC e nel 1964 ad avere un Consorzio di produttori. Il clima è mite, grazie alla vicinanza del mare Adriatico (20 km) e alla protezione delle montagne, le Prealpi Giulie, ideale per la viticultura, con primavere delicate ed estati calde con notti fresche (escursione termica giorno-notte). Ogni collina ha il proprio microclima, ed i terreni arenari e marnosi sono l’habitat ideale per i vigneti e la coltivazione delle uve del Collio. Questo tipo di terreno, caratterizzato dalla stratificazione di marna e arenaria, “flysch” (ponca in friulano), ha avuto origine circa 100 milioni di anni fa nell’era eocenica dal fenomeno dell’erosione.

Marco, il penultimo dei sette figli di Giovanni, continua l’attività di famiglia e fonda nel 1956 l’azienda omonima. A lui, formatosi fin da giovane alla prestigiosa scuola di enologia di Conegliano, si deve il percorso dell’innovazione, della qualità e della ricerca. L’equilibrio con cui è riuscito a utilizzare innovazione e tradizione, hanno fatto della sua azienda un punto di riferimento per tutto il territorio. Non a caso il Consorzio del Collio si è affidato alla sua guida anche in un recente passato. Oggi, a proseguire sulla strada della qualità assoluta da lui tracciata è il figlio Roberto, che rappresenta la quinta generazione e che oggi conduce le due aziende prestigiose che hanno sede nel Collio Goriziano: Marco Felluga a Gradisca d’Isonzo (GO) e Russiz Superiore a Capriva del Friuli (GO)

 

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni