cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

AMARCORD IGA (Italian Grape Ale) la birra che profuma di Sangiovese

Tre aziende del territorio romagnolo e un birrificio polacco insieme per una nuova birra che profuma di Sangiovese. Birra Amarcord, Podere Vecciano, Cooperativa Luppoli Italiani hanno realizzato un prodotto sorprendente, che unisce l’arte birraia e la tradizione enologica. La creazione è frutto del mastro birraio di Birra Amarcord Andrea Pausler e del vignaiolo di Podere Vecciano, Davide Bigucci, con i Luppoli della Cooperativa Luppoli Italiani di Ravenna, insieme a un birrificio polacco, il Birrificio Pinta di Zywiec, che ha voluto portare in Polonia un eccellente prodotto Made in Romagna. Questa birra esclusiva, disponibile da oggi presso l’Italian Amarcord Gourmet Pub di Riccione in edizione limitata, è stata prodotta infatti grazie ai luppoli coltivati dalla Cooperativa Luppoli Italiani di Ravenna (un progetto della Cooperativa Terremerse), ma anche da una selezione di luppoli provenienti dalla Polonia grazie alla collaborazione tra il birrificio Amarcord e il Birrificio Pinta..
L’accurata selezione di luppoli unita al mosto di un vitigno del Sangiovese Podere Vecciano hanno dato vita a una birra rosè con le caratteristiche note di vino e frutta rossa che si ritrovano poi nel sapore fragrante e morbido.

Per questo progetto sono stati rispettati i tempi del vigneto. Si sono infatti attese le condizioni climatiche ideali e l’adeguata maturazione dei grappoli. Le uve di Sangiovese sono state portate rapidamente nel birrificio Amarcord. Il mosto di Sangiovese è stato aggiunto a freddo al mosto di birra, per poter mantenere le caratteristiche organolettiche la fragranza di un prodotto agricolo così delicato.
“Ho selezionato la stessa uva che utilizziamo per fare il nostro Sangiovese Rosé Brut (bio), - ha spiegato Davide Bigucci titolare del Podere Vecciano - era l’uva migliore per questo progetto. La mia idea era quella di impiegare un vitigno autoctono, per una birra fortemente legata al nostro territorio, ma al tempo stesso volevo la sicurezza di un’uva che avrebbe potuto dare una certa fragranza e morbidezza (caratteristiche che abbiamo poi ritrovato nel mosto), ed ero certo di quella partita proprio perché la impieghiamo già nel nostro Sangiovese Rosé Brut. Volevo un’uva dalla buona maturazione e buon equilibrio, con una determinata fragranza e freschezza che si potessero esprimere e abbracciare pienamente il mosto di birra. Il tutto coronato dalle note di crosta di pane dei malti d’orzo chiari".  Mosto di birra e mosto di vino freschi, hanno una lenta metamorfosi ad opera dei lieviti. Una fermentazione ibrida con un ceppo enologico e successivamente con uno selezionato nel birrificio romagnolo.  Amarcord IGA è stata realizzata con una massiccia dose di mosto di Sangiovese di Romagna, che ha donato il colore rosa e le fresche, fruttate note dell’uva e del vino, arricchite da un profilo luppolato fine ed elegante. 


Amarcord IGA è disponibile in una raffinata confezione regalo accompagnata da una poesia di Giovanni Pascoli: “Già m’accoglieva in quelle ore bruciate sotto ombrello di trine una mimosa, che fioria la mia casa ai dì d’estate co’ suoi pennacchi di color di rosa”.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni