cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

La Vigna di Sarah una sfida vincente

NELLA VIGNA DI SARAH, I DESIDERI SI AVVERANO: NASCE IL CONSORZIO #BIO PER UN PROSECCO ECO SOSTENIBILE. Vendemmia sotto la luna: un invito irresistibile per noi di qbquantobasta, che ben volentieri ci dirigiamo in Veneto. E allora ... Metti una sera a cena… in vigna. Nella Vigna di Sarah Dei Tos a Cozzuolo di Vittorio Veneto, terra maestosa e florida per la coltura delle uve Glera, atte a diventare Prosecco. Sarah è una giovane imprenditrice agricola, è nata nel 1987, che dal 2010 si occupa personalmente con grande passione della sua vigna. Una serata speciale con oltre duecento ospiti e tanti tanti cin cin con Prosecco Millesimato Brut "Grappoli di Luna".

Da sempre i suoi valori fondamentali sono stati la tradizione e al contempo la continua ricerca di equilibrio e rispetto ambientale. E qualche giorno fa, il 31 agosto 2018, in una piovosa ma fortunata serata di fine estate, Sarah Dei Tos, assieme ad altri due produttori vitivinicoli, Simone Perin di Colfosco di Susegana e Marzio Bruseghin, ex campione di ciclismo che produce Prosecco a Piadera di Vittorio Veneto, hanno presentato il nuovo consorzio #BIO da loro creato. "Nato dal desiderio di poter rendere più fruibile l’utilizzo delle tecniche biologiche e biodinamiche utilizzate in viticoltura e agricoltura, ma soprattutto dalla necessità di fare chiarezza in materia, grazie all’informazione, formazione e comunicazione che esso si prefigge come scopi".

Il consorzio è aperto ad aziende agricole, produzioni agroalimentari, agriturismi, operatori del turismo green, cosmesi e altri settori impegnati nel biologico e biodinamico”. Massimo Ossini, noto conduttore televisivo, ha moderato la tavola rotonda in cui è stato presentato il nuovo progetto, intervistando non solo i fondatori ma anche Ludovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto, Roberto Bruni agronomo consulente di trasmissioni televisive e Roberto Da Dalt, agricoltore del Trentino esperto di pratiche biologiche.

Il governatore Luca Zaia è intervenuto nel dibattito appoggiando questa nuova iniziativa, sottolineandone l’importanza per l’attenzione alla sostenibilità in viticoltura, sia in vigna sia in tutto in processo produttivo, dalla scelta del terreno a quella del singolo vitigno. La realtà della Vigna di Sarah non è racchiusa solo nell’ambiente della cantina. La vocazione di questa giovane imprenditrice va ben oltre: mamma di due bimbi, “coltiva” la sua passione per il biologico come dote per il loro futuro, per consentire la possibilità di vivere il un ambiente più puro. Agire già da ora è un contributo al mondo di domani.

La Vigna di Sarah, è vino, agriturismo, orto biodinamico e molto di più. In via del tutto sperimentale, e curiosa, Sarah ha creato marmellate di frutta e uva e la farina di vinaccia, con la quale vengono prodotte delizie da forno, come pane e grissini e paste fresche. Ottime da accompagnare con la sua linea di Prosecco DOCG Brut.

Alla Vendemmia Sotto la Luna, è stata premiata per la sua agricoltura eroica la produttrice croata di olio Aleksandra Vekic, che da anni porta avanti in Istria, con successo, la vocazione familiare di coltivare piante d'ulivo.  La tradizione ereditata dal padre Mate. "Abbiamo il dovere di lasciare ai nostri figli un futuro migliore" ha detto, nel ritirare dalle mani di Luca Zaia il premio. Alla premiazione ha presenziato anche lo chef Tomaz Kavcic del famoso ristorante Prj Loizetu - Villa Zemono, ambasciatore della ristorazione slovena. Aleksandra Vekic sarà tra i primi soci del Consorzio #Bio, come annunciato al termine della premiazione da Sarah Dei Tos, che in questi giorni sta già raccogliendo l'interesse di altre aziende agricole e vinicole attorno al manifesto lanciato.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni