cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

A Capriva Calici di stelle è cominciato al mattino

La qualità dall'uva al bicchiere. E' stato questo il messaggio che ha voluto trasmettere questo evento estivo, organizzato dal Comune di Capriva  con il Sindaco Daniele Sergon e i suoi collaboratori. A Capriva del Friuli “Calici di Stelle” 2017 è iniziato sabato 5 agosto già al mattino presto, con una passeggiata di un gruppetto di wine lovers tra i filari di uve ormai prossime alla vendemmia. Prima nei vigneti di Pinot Grigio della famiglia Felluga a #Russiz Superiore, dove siamo stati accolti dal titolare Roberto Felluga e poi in quelli del Sauvignon della vicina azienda #Schiopetto. Qui Mario Schiopetto diede inizio alla moderna concezione vitivinicola dell’intera regione FVG, qui ancor oggi si sperimentano e si portano avanti le più avanzate tecniche di potatura e gestione del vigneto. Siamo stati accompagnati nelle vigne di diverse età dal tecnico David Wind, della Simonit & Sirch “preparatori d’Uva”, che ci ha mostrato e spiegato le tecniche di potatura che da diversi anni stanno sperimentando per arginare malattie come per esempio il mal dell’esca, quest’anno particolarmente presente, in modo da ottenere così uve sempre più sane.

Uno dei responsabili di campagna, Romeo Pozzetto, ha poi approfondito le notizie sulla morfologia del terreno e sulle caratteristiche pedoclimatiche di questa zona così vocata. La mattinata si è conclusa assieme a Marco Fragiacomo, preside dell’istituto agrario “G.Brignoli” di Gradisca d’Isonzo, con la presentazione e la  degustazione dello spumante M.C. “EMOPOLI”, prodotto dagli studenti della scuola, seguiti dall'enologo Alessandro Dal Zovo.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni