fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Sutrio un borgo montano da scoprire

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

locandina sutrio romalocandina sutrio roma

SUTRIO. FRIULI VENEZIA GIULIA. Sorge nella Valle del Bût, una delle vallate della Carnia, descritta nelle poesie del Carducci, a pochi km dal confine con l’Austria. Sutrio è anche uno dei poli sciistici più attrezzati del Friuli Venezia Giulia grazie alle piste del Monte Zoncolan. Il centro abitato si presenta come un tipico borgo di montagna, formato da vie lastricate e antiche case caratterizzate da loggiati e balconate in pietra e legno. È conosciuto come “Paese dei marangons”, grazie alla maestria dei suoi falegnami nella lavorazione del legno.

sutrio in vaticanosutrio in vaticano

Oltre al capoluogo il borgo conta le frazioni di Noiaris, Priola e dall’aprile del 2009 la località Zoncolan, ambita meta sciistica. Il centro storico di Sutrio si caratterizza per la presenza di sculture lignee con numerose botteghe artigiane che organizzano dei laboratori per la valorizzazione e l’insegnamento della lavorazione del legno e dei tessuti protagonisti indiscussi assieme alla gastronomia locale delle numerose feste e manifestazioni che si svolgono ogni anno.

Il Presepe di Teno è uno straordinario esempio di artigianato locale, frutto del paziente lavoro trentennale di Gaudenzio Straulino, detto Teno, che per quasi 30 anni ha ampliato e perfezionato la propria opera arricchendola di particolari tutti rigorosamente in legno. Costruito con precisione e accuratezza, il Presepe di Teno ricostruisce la vita del borgo di Sutrio, tanto da poter essere considerato un museo etnografico in miniatura.

Cose da vedere

Imprerdibili, nel viaggio a Sutrio: le botteghe di artigianato tessile e ligneo, dove si possono trovare pezzi unici di intaglio e di ricamo realizzati a mano;

la Chiesa di Ognissanti, costruita su una chiesa precedente a partire dal 1807, su progetto dell'architetto Francesco Schiavi da Tolmezzo. La chiesa venne decorata nel 1925 da Giovanni Moro e conserva alcuni altari in legno pregevolmente intagliati, tra cui quello maggiore, opera dello scultore Eugenio Manzani di Pieve di Cadore, risalente al 1771.

La Chiesa di san Nicolò, costruita anteriormente al 1327 sui resti di un precedente edificio sacro, posta a benedizione della campagna circostante e in prossimità della strada che portava in direzione di Cercivento e della Valcalda.

Il Monte Zoncolan, noto polo sciistico, è ben conosciuto anche dagli appassionati della bicicletta, soprattutto per il Giro d’Italia

Eventi e manifestazioni

Fums, Profums e Salums tradizione norcina tra passato e presente, prima domenica di marzo.

I Cjarsons: la tradizione della Carnia, prima domenica di giugno.

Fasìn la Mede: festa del fieno, l’ultima domenica di luglio, evento durante il quale si rievocano i lavori della fienagione sul Monte Zoncolan, a 1300 metri di altezza.

Magia del Legno: prima domenica di settembre, celebra una delle attività più importanti del borgo, quella della lavorazione del legno.

Farine di Flôr seconda domenica di ottobre,  mulini, farine e delizie della Carnia.

Borghi e presepi durante il periodo natalizio (dalla domenica prima di Natale all’Epifania) una rassegna di presepi artigianali allestititi nei cortili, nelle cantine e nei loggiati.

 


Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata