cibo, vino e quantobasta per essere felici

LA CANTINA “GORIŠKA BRDA” FESTEGGIA LA RIBOLLA GIALLA

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

A Casteldobra la Cantina “Goriška Brda”,  la più grande produttrice ed eportatrice di vini sloveni, ha iniziato le fasi della vendemmia  il 26 agosto e le ha concluse concluso ai primi di ottobre. Alla cantina conferiscono 400 produttori  che manualmente operano su oltre 1.000 ettari di vigneti.  Quest’anno hanno prodotto 5500 tonellate d’uva e Silvan Peršolja, il direttore della Cantina, è molto orgoglioso dell’annata: uve erano ben mature, zuccherine, molto sane e di ottima qualità. Tutti presupposti  per produrre vini armoniosi, con il grado alcolico leggermente superiore alla media. Per la varietà “Zlata Rebula” – “Ribolla Gialla” regina di Brda è stata un’annata perfetta grazie anche all’escursione termica con le notti fresche e temperature elevate di giorno,  prima e durante il periodo del raccolto. 


Silvan Peršolja ha voluto premiare e festeggiare la Ribolla dedicandole una giornata speciale, iniziando nel vigneto con la vendemmia della pregiata varietà e proseguendo negli spazi della cantina con una tavola rotonda, dibattito e degustazione di tanti vini e Ribolle prodotte dalla cantina stessa, da Primosic e Radikon dell’Associazione Ribolla Gialla di Oslavia. Interessante la comparazione spumeggiante: Prosecco, Ribolla Gialla e Champagne.

L'esperto Luigi Soini e la giornalista, nonché degustatrice internazionale del Decanter World Wine Awards, hanno illustrato le grandi prospettive della Ribolla e guidato le degustazioni coadiuvati dagli enologi della Cantina Darinko Ribolica e Istok Mikulin. Lo Chef Tomaž Kavcic del Ristorante Zemono ha estasiato le papille di tutti con prelibatezze come la “merenda del contadino” e il “pranzo del Re”.

Anni fa la Ribolla non era riconoscibile nel mondo come varietà locale, mentre negli ultimi anni è diventata sempre più diffusa. E' considerata anche base ideale per i vini spumanti in quanto ha un adeguato grado di acidità che conferisce freschezza alla flute di bollicine. In Brda questo è ben noto: non a caso vi producono lo spumante da più di 50 anni.

foto di Daniela Markovic


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo