cibo, vino e quantobasta per essere felici

Per San Valentino ti porto in igloo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Un romantico igloo dove passare una notte tra i ghiacci contribuirà sicuramente a fare di San Valentino un'esperienza indimenticabile. La neve che illumina la notte, le fiaccole, il falò e tanti piccoli palazzi di ghiaccio: l’Iglù Village di Kühtai attende gli innamorati che per la loro festa vogliono regalarsi una vacanza speciale, nella località sciistica più alta dell’Austria, poco lontano dalla Capitale delle Alpi, Innsbruck. Kühtai è un piccolo paesino che d’inverno si trasforma. Qui, a 2.020 metri di quota, fino a fine aprile 2018, si aprono le porte dei palazzi di ghiaccio, 14 igloo pronti ad accogliere gli spiriti romantici e avventurosi, per passare notti tra i ghiacci e giornate di divertimento con escursioni notturne con racchette da neve, costruzione di igloo e piste da sci davanti alla porta del villaggio. Il pacchetto dedicato agli innamorati propone 1 pernottamento in igloo esclusivo per due persone, colazione, cena con fonduta di formaggio nell’igloo, marshmallows al falò dopo cena, a partire da 329 euro per 2 persone a notte. L’offerta comprende anche un hot drink di benvenuto e una piccola sorpresa per gli innamorati, accompagnata da una bottiglia di prosecco che troveranno al loro arrivo in igloo. Si possono inoltre prenotare escursioni con le racchette da neve, il curling o una slittata in notturna, compresa una piacevole sosta in baita. Oppure ci si può iscrivere a un insolito corso di costruzione di igloo: 6 ore di teoria e pratica per riuscire a realizzare una casa di ghiaccio!

Iglù Village di Kühtai. 14 palazzi di ghiaccio immersi in un immacolato paesaggio innevato a 2.000 metri di quota. L’Iglù Village di Kühtai è aperto fino alla fine di aprile 2018. Con un costo da124 euro a persona si pernotta nell’igloo a 4 o 6 posti su un letto ad aria con morbido rivestimento in pelle di pecora e sacco a pelo invernale. 

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.