cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Casarsa della Delizia

Il Glisiùt - Nuova vita per la chiesetta di Casarsa

L’antica Chiesa di Santa Croce, nominata affettuosamente Glisiùt e gli affreschi, realizzati da Pomponio Amalteo sono un simbolo della comunità casarsese (qui si trova anche la lapide che ispirò il dramma teatrale i Turcs tal Friûl). Per conoscere più da vicino la bellezza artistica e storica de Il Glisiùt e promuovere la raccolta fondi legata al suo recupero sono state organizzate delle visite guidate durante la Sagra in quattro giornate diverse. La prima sabato 27 aprile alle  16, la seconda domenica 28 aprile alle 11, la seconda sabato 4 maggio alle 16 e la terza domenica 5 maggio alle 11. Si potrà, nelle stesse giornate di domenica 28 aprile alle 12, sabato 4 maggio alle17 e domenica 5 maggio alle 12, conoscere più da vicino anche il patrimonio di Casa Colussi Pasolini, visitare il percorso espositivo stabile sul periodo friulano di Pasolini e la mostra "Inafferrabile, lo sguardo di Pier Paolo Pasolini”, fotografie di Gideon Bachmann e Deborah Beer (per info: Ufficio IAT). 

All'antico splendore della chiesa si vuole tornare grazie al progetto “Si può dare di più” finanziato da Friulovest Banca. La banca ha infatti assegnato un conto corrente gratuito (IBAN IT67O0880564810003008101703) alla Parrocchia di Casarsa della Delizia dove raccogliere fondi fino al 30 novembre 2019. Dopo quella data l'istituto di credito cooperativo garantirà l'integrazione aggiuntiva dei fondi raccolti con un'assegnazione del 50% in più fino a un massimo di 10 mila euro: in pratica per ogni due euro raccolti dai promotori, Friulovest Banca donerà un euro aumentando così la somma a disposizione per realizzare il sogno che prevede di tornare ad ammirare, grazie alla realtà virtuale basata su delle foto del primo Novecento che saranno digitalizzate, gli affreschi dell'Amalteo perduti, causa i bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Inoltre sarà risanato l'ambiente che soffre d'infiltrazioni di umidità e riqualificata l'area circostante, che è la più antica di Casarsa.

CREDIT: Le foto di questo articolo sono di Elio Ciol e sono state reperite sul sito www.pasolinifriuli.it 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni