cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Fat bike, la bicicletta dalle ruote grasse

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


È la novità assoluta della stagione, tanto che si dice che il 2015 sarà ricordato, nella storia del ciclismo, come l’anno della fat bike. A Col Gallina, con la splendida Tofana di Rozes sullo sfondo, è possibile assaporare in esclusiva l’emozione di questa nuova disciplina: sul Passo Falzarego, a 2.055 metri di quota, non si scia solamente, ma si scende lungo le piste in fat bike. Un’esperienza che in tutta Europa si può vivere solo qui, all’ombra delle Dolomiti. E che gli amanti della biciletta e delle discese gravity non possono perdere.
Basta arrivare al Rifugio Col Gallina e noleggiare una “bici grassa”, che si distingue dalla classica mountain bike per la presenza di pneumatici molto larghi, che permettono un’aderenza assoluta e il “galleggiamento” su superfici morbide.
Il gestore del rifugio, Raniero Campigotto, fornisce tutte le informazioni utili per avventurarsi in questa nuova disciplina: è possibile salire in seggiovia in cima alla pista per poi scendere su due tracciati creati appositamente per la fat bike, magari esercitandosi prima sul percorso piano che si trova a fianco del rifugio, lontano dagli sciatori.

Chi vuole “osare”, può anche salire fino alle piste direttamente a cavallo della bici. Ancora più emozionanti, le discese in notturna che vengono organizzate in abbinamento a cene a tema nei rifugi della zona.


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.