cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Dal mulino all'ospitale cammino di gruppo

foto Nicola Picognafoto Nicola PicognaDa un mulino all’ospitale è il Cammino di gruppo proposto dell’Ecomuseo delle Acque e da The Rolling Claps il 1° e 2 giugno 2019. Dal Mulino Cocconi (Ospedaletto di Gemona) all’Hospitale di San Giovanni (San Tomaso di Majano). L’itinerario, lungo 38 km, ricalca un tratto di una delle antiche vie dirette a Venezia. Si salirà alla Sella di Sant’Agnese di origine glaciale, si attraverseranno il vasto conoide del Vegliato e le prime pendici prealpine, ci si muoverà sulla piana di Gemona e Osoppo raggiungendo la terza cerchia morenica. Il Cammino è contrassegnato dalla presenza di vari luoghi di interesse storico e naturalistico: il punto di partenza è un vecchio mulino, il punto di arrivo un antico ospitale; gli ambienti da attraversare sono costituiti da torrenti, fiumi, paludi, torbiere, risorgive; gli edifici storici da visitare comprendono santuari, chiesette votive, castelli, insediamenti medievali; ai paesaggi d’acqua si alternano i paesaggi murati e terrazzati. Il Cammino è aperto a tutte le persone disponibili a condividere il viaggio.

L’Ecomuseo è un museo diffuso e partecipativo che basa le sue azioni sulla valorizzazione del patrimonio locale e l’interpretazione dell’eredità culturale delle comunità in cui opera. The Rolling Claps sono un gruppo di viandanti lenti a cui piace camminare. I loro cammini sono spartani, solidali, amichevoli, laici. La parola “clap” in friulano significa sasso, il termine “clapa” in triestino vuol dire compagnia. Sono una compagnia di “sassi rotolanti” che si muove verso una meta. Per iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni