fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Brunch al Castello all’ombra della Maiella

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Relais de charme tra i vigneti. Continuiamo con i suggerimenti su luoghi piacevoli e fascinosi da scoprire per le imminenti festività pasquali. Se andate verso l'Italia centrale e vi dirigete verso l'Abruzzo per il lunedì di Pasquetta vi attende il Castello di Semivicoli con il tradizionale Brunch al Castello,tradizionale Brunch al Castello, stuzzicante combinazione di specialità dolci e salate della tradizione anglosassone e delizie della tradizionale cucina abruzzese, con ricette a base di uova, formaggio e dolci tipici. Il seicentesco castello è stato restaurato e reso fruibile da Masciarelli Tenute agricole, azienda nata nel 1981 dall’intuito imprenditoriale di Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano e protagonista dell'affermazione della vitivinicultura abruzzese moderna. Nello spazio di appena un trentennio si è affermata tra le realtà di maggiore spicco e prestigio nel panorama vitivinicolo italiano, e non solo. Dal 2008 l’azienda è condotta da Marina Cvetic Masciarelli, moglie di Gianni e ha sede a San Martino sulla Marrucina (CH). Con oltre 60 parcelle di vigneti e oliveti articolati su 13 comuni nelle 4 province abruzzesi, l’Azienda produce 2,5 milioni di bottiglie l'anno. Alla produzione vinicola si affianca anche quella di olio extravergine di oliva. 
Di seguito alcuni pacchetti di soggiorno, pranzo pasquale e brunch: 2 notti in Standard double room + pranzo Pasquale per due persone a € 420, 2 notti in Junior Suite + pranzo Pasquale per due persone a € 500, 2 notti in Superior Granaio + pranzo Pasquale per due persone a € 680, Pranzo pasquale (senza pernottamento) a 60€ a persona (vini inclusi) Brunch a 30€ a persona. Si può  scegliere il giorno di arrivo al Castello - venerdì 30 o sabato 31 marzo – senza alcuno stress legato ad arrivi in giornate o fasce orarie prestabilite. Il giorno di Pasqua è previsto un pranzo appositamente studiato dallo chef Domenico Scotti del ristorante Santa Chiara di Guardiagriele  accompagnato da una selezione di vini Masciarelli. Il pranzo è aperto  anche a coloro che non pernottano al Castello. Il menù  prevede una crema di pecorino con tortino di semola e porri croccanti e carciofo farcito al formaggio come antipasto, un primo a base di timballino con ratatouille di verdure e Lahanelle al ragù con uova, agnello alle erbe con tortino di patate per secondo e, come dessert, un Tortino di cioccolato con gelato di fior di latte. 
.


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata