cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Nell'Istria croata per le giornate del calamaro

Fino al 7 gennaio 2018 dieci ristoranti di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie  propongono a tavola le Giornate del Calamaro adriatico in abbinamenti originali e ricette tradizionali,; il tutto accompagnato dalle tipicità istriane, dai pregiati oli di oliva e da ottimi vini. Calamaretti arrostiti sulla griglia o esemplari più grandi cucinati in brodo, oppure in cremosi risotti al nero di seppia e anche i tipicissimi calamari ripieni all’istriana, con spalla di maiale tagliata a fettine sottili, prosciutto crudo, riso, pecorino e spezie mediterranee. Calamari assai diversi da quelli della Patagonia e della California; questi hanno un gusto delicato che ricorda il mare, si possono mangiare cotti interi se piccoli, sottili e teneri. Possono essere trattati in maniera aggressiva, con l'aceto, con il peperoncino e con erbe aromatiche, oppure in maniera delicata, con qualche goccia di limone e un po' di erba cipollina. Il loro sapore è particolarmente intenso proprio durante l’inverno, quando gli esemplari sono ancora giovani e si fermano volentieri nelle insenature poco profonde dell’Adriatico settentrionale, dove trovano abbondante nutrimento. Proprio qui, gli abitanti del posto, conclusa la stagione in cui ci si dedicava alle attività agricole, andavano a pesca di calamari, armati di esche e di molta pazienza! Non a caso il motto dei pescatori diceva “non si trovano calamari finché le mani non gelano”.I locali che partecipano a questa edizione sono Astarea di Verteneglio, Buščina di Umago, Giovanni di Cittanova, Lux Casino Hotel Mulino di Buie, Melon di Umago, Nono di Umago, Rondo di Buie, San Benedetto di Cittanova, Toni di Umago, Villa Vilola di Umago. Cittanova-NovigradCittanova-Novigrad

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni