cibo, vino e quantobasta per essere felici

Una spazzola d'oro per il tartufo d'Alba

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

giacomo, spazzola per tartufo by guframgiacomo, spazzola per tartufo by gufram

Dalla collaborazione con Gufram, brand italiano di design, arriva il nuovo pezzo del kit dedicato al Tartufo Bianco d’Alba: la spazzola da tartufo – immaginata dal belga Job Smeets di Studio Job – dedicata al genio di Giacomo Morra. Lo studio è stato invitato dall’Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba a immaginare un oggetto nell’ambito del progetto Kit per il Tartufo Bianco d’Alba, iniziativa che ogni anno coinvolge un’azienda di design nella progettazione di un prodotto ad hoc per il tartufo.

Si chiama Giacomo la spazzola per il Tartufo Bianco d’Alba, oggetto protagonista dell'edizione 2020.

 

 

“Un diamante della terra così prezioso merita un kit dedicato, che quest’anno arricchiamo di un nuovo oggetto, sempre alla ricerca del giusto equilibrio tra il design e la funzionalità – dichiara Liliana Allena, presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba –. La proposta del 2020 si inserisce alla perfezione in quel percorso cominciato nel 2017, alla ricerca della bellezza e della praticità, per tutti i gourmet e gli appassionati di tartufo. Grazie alla collaborazione con Gufram e Job Smeets di Studio Job, prende forma un omaggio al ‘fiuto’ di Giacomo Morra e alla sua intuizione, negli anni ’50 del secolo scroso, di promuovere nel mondo il Tartufo Bianco d’Alba”. 

Giacomo spazzola per tartufoGiacomo spazzola per tartufo

GIACOMO è la spazzola da tartufo immaginata dal genio anticonformista di Job Smeets, che, proprio per il legame personale con il progetto, ha deciso di firmarlo con il suo nome e cognome: dal suo caleidoscopico e immaginifico catalogo iconografico, il designer ha infatti scelto l’immagine del “naso”, trasformandola in un oggetto funzionale e al contempo evocativo proprio di quell’esperienza olfattiva che, anticipando il piacere del gusto, è l’essenza stessa del Tartufo Bianco d’Alba.

Lo scultoreo naso con finitura in oro 24 carati è realizzato da maestri orafi con le più innovative tecniche della gioielleria di alta gamma, mentre la spazzola incastonata presenta setole in fibra di tampico 100% naturale, seguendo i principi di performance divulgati dal Centro Nazionale Studi Tartufo.

GIACOMO non è un naso casuale, ma è quello di Giacomo Morra – a cui il nome dell’oggetto rende omaggio –, considerato l’ideatore della Fiera del Tartufo Bianco d’Alba e della sua storia di successo internazionale. Tramite un lavoro di ricerca tra fotografie di archivio è stata infatti ricostruita la stessa conformazione del naso di Morra e riprodotta negli esemplari di GIACOMO.

Il tartufo e il naso sono sempre connessi, i cani usano il naso per trovarlo, mentre per l’uomo il naso rappresenta l’odore e il gusto del mangiare. Il tartufo non è per gli occhi, è per il naso

 “Il progetto, spiega Job Smeets, è un omaggio a Giacomo Morra non solo fisicamente, ma richiama anche quel suo ingegnoso ‘naso per gli affari’, che ha reso il Tartufo Bianco d’Alba quello che è oggi. Ergonomicamente poi sono stato fortunato, le narici creano la presa perfetta per spazzolare il tartufo, mentre le setole sembrano dei baffi surrealisti. È un oggetto dal design radicale e surreale, ma perfettamente pratico e completamente aderente alla storia del Tartufo Bianco d’Alba. È un pezzo totalmente non-modernist”.

GIACOMO costa 90 euro. Per acquistarlo scrivere all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.