cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Piccolo festival di animazione grandi capolavori

PICCOLO FESTIVAL DELL'ANIMAZIONE. Oltre ottanta corti d'animazione nel mese di dicembre in Friuli Venezia Giulia (ma anche a Lubiana e Venezia). Ospite d'onore il premio Oscar Michael Dudok De Wit con "La tartaruga rossa". Decimo edizionene dall'11 al 29 dicembre 2017.  Serate clou del festival sono quelle del 27, 28 e 29 dicembre con la proiezione - in un vero e proprio concorso -  di una trentina di corti d'animazione e la doppia premiazione dei vincitori, decretati da una giuria specializzata e dal pubblico. Per scoprire il ricco programma di eventi organizzato dall'Associazione Viva Comix di Pordenone per la direzione artistica di Paola Bristot cliccate qui 
MosquitoMosquito

In sintesi: 

1. Il programma dei film in competizione al Piccolo Festival dell'animazione del Friuli Venezia Giulia (27, 28 e 29 dicembre a Trieste, Pordenone e Udine) presenta le migliori produzioni di cortometraggi internazionali.

2. Molto rappresentata l'Europa dell'Est, visto anche il gemellaggio del festival con Animateka Film Festival di Ljubljana, da cui provengono molti dei film.

3. Di grande livello sono anche le incursioni intercontinentali in Giappone, Australia e Canada, con la sempre aperta collaborazione del National Film Board di Montreal.

4. Molte le Prime nazionali tra cui il film polacco “XOXO” di Wiola Sowa, il poetico “The Mosquitos Pieks” dell’autrice tedesca Maria Steinmetz (foto) l’ultimo film del regista estone Ulo Pikkov, “Letting Go” e il film della giovanissima regista di origina bosniaca, prodotto da NFB e Bonobo Studio “The Hedgehog’s Home”. Si tratta di  film originali per la tecnica di realizzazione, dai disegni animati, ai puppets, alla clay animation e per le tematiche vicine alla poetica degli autori che sono i designer, gli animatori, oltre che registi e sceneggiatori dei loro film.

5. Gli oltre ottanta titoli in programma sono divisi in sezioni:  Animakids è la sezione dedicata ai più piccoli; Animayoung è una serie scelta appositamente per i ragazzi. Le Opere prime sono una selezione dei migliori film di diploma di giovani autori delle migliori Scuole Internazionali di Cinema.  La sezione dedicata ai Film di Guerra, fa una panoramica su alcune tematiche relative al primo conflitto mondiale e ad altri conflitti attuali.

59 secondi Mauro Carraro59 secondi Mauro Carraro6. Una menzione speciale va alla serie di Animazioni italiane che dà vita anche a una omonima mostra allestita da Animateka di Ljubljana, e a una pubblicazione in DVD (già il quinto numero della serie), a cura di Andrea Martignoni e Paola Bristot

7. A corollario del festival anche il convegno "Il futuro è dei piccoli festival" (11 dicembre alle 15, Trieste - Studio Tommaseo), con la presenza fra gli altri di Luca Raffaelli - giornalista e scrittore tra le firme più autorevoli nell'ambito dell'illustrazione, Giuliana Carbi e  Marco Belli.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.